Sign in to follow this  
Followers 0
hristo

1924_03_16 LA CIRCOLAZIONE DELLE ENERGIE. LA LEGGE DELLA POLARIZZAZIONE.

1 post in this topic

La circolazione delle energie. La legge della polarizzazione.


 


Solo la via illuminata della Saggezza conduce alla Verità!


Essa ci da gioia in continuazione!


Riflessione.


Alzatevi e distanziatevi un po’ uno dall’altro! Faremo un esercizio con le braccia. Tenete nella mente la parola “amore”. L’amore è una proiezione verso l’esterno.


Poi, tenete nella mente le parole “gioia” ed “allegria”.


Il movimento delle braccia esegue una certa influenza su tutti i vostri organi e sulla vostra volontà. Se muovete le mani in modo conscio, potete esercitare un’influenza sulla forza della vostra volontà. Diciamo, qualche volta siete agitati. Fate il movimento con le braccia così: mettete le braccia davanti al petto, poi allargatele lateralmente, facendo con le mani leggere vibrazioni. Poi, mettete le mani davanti alla bocca. Dopo che avete fatto questo esercizio 3-4 volte pensando alle tre parole, il vostro disagio passerà. Questa è una cura psicologica, un’aerazione psicologica dell’uomo. I disagi verranno, perché dovete sapere, che voi siete un fuoco, attraverso il quale passano sia le energie solari, come anche quelle terrestri. Dalla mattina fino al mezzogiorno attraverso voi passano le energie solari, che scendono dall’alto e vanno verso il centro della Terra. Il pomeriggio la direzione del movimento è al contrario: le energie dal centro della Terra passano dalle gambe e vanno verso il sole. Pertanto, se fate alcuni movimenti la mattina o la sera, avrete i risultati diversi. In genere alcuni sentono il disagio il pomeriggio, perché attraverso loro passano le correnti dalla Terra. Voi dovete sapere come polarizzare e concentrare queste forze. Fate questo esercizio, lasciando passare attraverso voi queste forze, che arrivano dal di sotto. Non le dovete fermare. Se le fermate, vi intaserete e con questo potete creare una catastrofe per voi stessi. Rimandate queste forze in su! A mezzanotte verrà un’altra corrente. Nella natura non ci sono errori, tutti gli errori li creiamo noi con la nostra ignoranza. Noi intasiamo queste correnti e con questo creiamo una irregolarità nel nostro organismo.


Io voglio che ognuno di voi faccia questo esercizio per dieci giorni consecutivi. Quando avete qualche difficoltà, ricordatevi le mie parole! Pronuncerete le tre parole con il movimento delle braccia. Vi arriva una difficoltà? Fate questo esercizio 2-3 volte e prendete nota tra quanto tempo arriverà il risultato. Guardate l’orologio.


Questi sono dati matematici, coi quali lavorerete nel futuro sopra voi stessi e sopra gli altri. La prima prova la farete quando siete agitati oppure quando non siete di buona disposizione. Questo è un esercizio che ripristinerà il vostro equilibrio. Pronuncerete le parole “amore”, “gioia” e “allegria”. Terrete queste parole come parole-chiave.


La lettera “L” (in cirillico “Л”) rappresenta l’uomo in movimento. La lettera “R” (in cirillico “Р”) – il braccio dell’uomo, e la lettera “V” (in cirillico “B”) in questo caso esprime l’uomo che ha un fondamento, che comprende alcune leggi.*. In generale, quando un uomo risolve qualsiasi questione nella sua vita, lui ha un’allegria, e se guadagna qualcosa, lui ha una gioia. Quando invece voi lavorate lungo tempo, sentite un piacere.


Adesso tutti dovete sforzarvi un po’ per studiare bene il vostro corpo. Il corpo umano è il risultato della Energia Divina. Essa ha creato l’organismo umano di oggi. Tutti questi pensieri, desideri, brame che l’uomo esprime, questi sono forze, che sono state impegnate per la creazione del suo organismo complicato. Alcune di queste forze hanno fatto il loro lavoro, però visto che voi non conoscete le leggi che le gestiscono, queste si trasformano in un ostacolo nella vostra vita. Soli per sé stessi hanno fatto un meraviglioso lavoro. E secondo le leggi della nostra coscienza questa forza, che ha finito il suo lavoro, deve scendere più in basso dalla sua propria natura e impegnarsi con le altre parti. Perché tutta la materia del corpo non è ancora differenziata: in esso ci sono tante cellule, che dovranno evolversi. Per esempio, l’uomo adesso si è polarizzato. Le energie dentro di lui circolano verso due poli. In questo senso se osservate l’uomo vedrete che lui è biforcato.


Figura 1.


1924-03-16-19_fig1.png


 


Tutte le energie superiori lavorano dentro di lui nella direzione da B verso A e tutte le energie inferiori in direzione da B verso C – diviene una polarizzazione. In generale, dopo il mezzogiorno l’uomo vive da B verso C ed allora è maldisposto, mentre la mattina lui è allegro e bendisposto, va da B verso A.


Inizialmente, alcune energie superiori, che hanno lavorato ed hanno finito il loro lavoro su nel cervello, devono scendere nei regni inferiori della genesi umana. Adesso è l’epoca, in cui l’egoismo umano ha un ruolo di estrema importanza. Esso è un padrone nel mondo, però ormai deve cedere il posto a qualcosa di più sublime e nobile. Nell’uomo, adesso, si sta creando un centro, che si trova ancora più in alto di A e davanti a questo centro l’energia del proprio egoismo dovrà dimettersi. Questo centro la gente lo chiama altruismo, mente. Allora , l’egoismo deve dare il suo posto alla mente Divina nell’uomo. Quando parliamo della vita conscia (vita intelligente) dobbiamo sapere che quella darà senso alla nostra vita e ci porterà la più grande felicità. L’egoismo, nel passato, ha fatto un lavoro meraviglioso, però non ha potuto fare l’uomo felice. Non perché in esso non ci sia il desiderio di fare l’uomo felice, ma perché non capisce le leggi della felicità umana. Esso dà all’uomo tanto, quanto sa. L’egoismo ti dirà così: tu devi sopraffare l’altra gente sotto le tue gambe, tu devi minacciarli con forza, con potere. Molto bene, però questo egoismo come parla con te, così parla anche ai tuoi simili. Ed allora nasce dentro l’uomo una lotta interna. Questo vuol dire il male. Ciò è in parte vero, però questo principio interno dell’origine Divina nella vita intelligente dice, che la vita ha un’altra soluzione. Ci sono stati tempi in cui l’egoismo è stato necessario, però è già passato in un nuovo campo, in cui i metodi dell’egoismo umano non trovano più un’applicazione. Adesso, io parlo a quei discepoli che hanno già la mente Divina risvegliata e che si trovano in disaccordo con se stessi. Loro devono entrare in una nuova direzione. Voi non potrete distruggere completamente il vostro egoismo. Esso resterà ancora, però voi gli direte: “Tu darai il tuo posto alla ragione Divina, obbedirai a lei, ascolterai quello che ti dice”. E quando l’egoismo umano capirà questo, capirà anche il Divino, perché esso è una forza intelligente. Lui le obbedirà e diventerà uno dei suoi bravi servi. Nella vita di oggi tutti gli intoppi provengono sempre dai sentimenti personali. Possiamo dire che il 99% di tutti gli ostacoli nella vita umana provengono sempre dai sentimenti personali e solo l’1% proviene da altri sentimenti dell’uomo.


La gente moderna dice che nell’uomo esiste il male e per questo alcuni cercano di sradicare questo male da sé. In quale modo possono sradicarlo? – Il male sta solo negli atti della gente. Ecco perché ogni atto cattivo si può eliminare, però quella forza che ha eseguito il delitto è quella che serve. Adesso, spiegherò un’altra cosa. Supponiamo che voi prendiate un pezzetto di carbone acceso e con quello diate fuoco a una casa. Poi, quando vi rendete conto del male che avete fatto, diciate: per non avere in futuro tentazioni simili, io distruggerò il fuoco. Io vi domando: potete distruggere il fuoco? E’ vero, l’atto cattivo è venuto dal fuoco, però lo stesso fuoco voi non potete distruggerlo.


Un altro caso: supponiamo che voi abbiate bisogno di pane, abbiate fame e per fornirvi di questo, voi commettiate un crimine e con quest’ultimo scivoliate. Dopo, diciate: io distruggo la fame, non mangerò più. Siete convinti di poter distruggere in questo modo la vostra fame? – No. Vi chiedo adesso: se un uomo dovrà soddisfare la sua fame, è necessario che lui vada a rubare? Il furto proviene da un’incomprensione della legge Divina. L’incomprensione è la causa di ciò, che milioni e milioni di anni fa, quando la gente sulla terra è stata poco numerosa, ognuno di loro ha potuto salire su qualsiasi albero  e mangiare liberamente della sua frutta. Ma adesso, che la gente nel mondo è aumentata ed il mondo si è organizzato, ognuno mette filo spinato attorno ai recinti e dice: chi ti ha dato il diritto di entrare nel mio giardino e rubare? Una volta tu avevi il diritto di fare questo, però adesso non hai più il diritto di salire sopra il mio albero. Questi sono nostri regolamenti che creano difficoltà. Noi abbiamo creato tali regolamenti nei nostri pensieri e nei nostri desideri.  Noi abbiamo creato mille disposizioni di questo genere e di queste soffriamo noi stessi. La prima cosa che dovete fare come esseri ragionevoli (intelligenti) è levare tutti i fili spinati che avete attorno il vostro giardino. Dentro di voi non avete niente da preservare! Più l’uomo combatte contro il male e più fa errori. Questa è una legge che dovete tenere come regola nella vostra vita. Se un uomo inizia a combattere contro il male, si sporca. Non dovete combattere il male. Pensate all’Amore, al Bene, alla Verità! Applicateli e quelli vi aiuteranno. Non combattete mai con il male, ma mettete al posto suo il bene e guardate come farà esso! Non confondete i vostri errori con quelle forze intelligenti che lavorano nella vita. Qualche volta anche il Signore vi può mettere alla prova. Lui vi può mettere in condizioni particolari ed  osservarvi per vedere se comprendete le Sue leggi o no. Ognuno che combatte contro Dio cadrà, sulla sua propria schiena. 


Voi, i giovani, nel futuro dovete crearvi alcuni concetti per la vita. Non solo crearli, ma a parte anche applicarli, vedere che questi vostri concetti hanno un’applicazione pratica. Per esempio, voi decidete di comportarvi con la gente delicatamente, gentilmente, però entrate nella società e vedete che non potete applicare la vostra decisione. Perché? Pensate voi, che se dite, che da oggi vi comporterete delicatamente e gentilmente potrete comportarvi così? Io vi darò una spiegazione: Immaginate che avete pensato di visitare della gente povera, per dargli consolazione e sapete anche che loro hanno fame. Parlate nella vostra mente: domani riempirò la mia borsa e andrò a visitarli. Però quando mettete questo pensiero nella vostra mente voi immaginate ormai, che la vostra borsa sia piena e dopo che vi siete alzati la mattina senza controllare se la borsa è veramente piena la prendete e partite, dicendo a voi stessi: io ho deciso di andare da questa gente con una borsa piena ed ecco, sto ormai andando. Però quando giungete da questa gente povera guardate nella borsa e la trovate vuota. Subito vi mettete a pensare: chi è stato a tirare fuori dalla borsa il pane? Ma voi non avete messo nessun pane! La prima cosa: ognuno che va a fare del bene deve portare una borsa piena di pane. Pertanto: non parlare per niente di quel pensiero che vorrete realizzare. Non dite: io domani sarò buono (bravo). Come sarete bravi? In che cosa consiste la bontà dell’uomo? La questione più difficile nel mondo è che l’uomo sia buono. (dalla sala: - Non dipende questo da lui?)- Non dipende. Chi capisce le leggi deve collegare la gente con la natura viva.


Adesso vi spiegherò queste leggi. Ho notato che non avete concentrazione della mente sufficiente. Quando rappresento alcune cose con un disegno, a voi sembrano molto facili. Si, tutte le cose sono facili quando sono in proiezione, però quando viene il momento di applicarle, allora sembrano difficili.


Figura 2.


1924-03-16-19_fig2.png


 


Per esempio prendete la formazione di un triangolo ABC. Supponiamo che le sue linee si muovano. Voi potete dire che la direzione di questo movimento è da sinistra verso destra. Sì, questo è un movimento, ma contemporaneamente c’è un altro movimento da destra verso sinistra. Quando A si muove verso B, in contemporanea,  anche B si muove verso A. Allo stesso modo, quando B si muove verso C, contemporaneamente anche C si muove verso B. Questi movimenti esistono anche nell’uomo, però non in una stessa direzione. E’ una legge: quando in voi si proietta un pensiero buono, necessariamente si proietterà anche un movimento al contrario. Questo sembra come una contraddizione nella vita, però esiste in natura. Seminate un chicco di grano oppure un semino di mela e vedrete che, contemporaneamente, in metà del semino nasce un desiderio, un’aspirazione in su verso il sole e nell’altra metà – un altro desiderio, un’altra aspirazione – verso il basso. Questo succede contemporaneamente. Questi sono movimenti opposti – in su e in giù ed i succhi che corrono nelle radici e nei rami vanno in direzioni diverse. La corrente dalle radici va verso i rami e la corrente dai rami va verso le radici. Così avviene un incrocio di queste energie. La stessa cosa succede in voi: quando in voi nasce un buon pensiero, questo pensiero vuole addensarsi, crearsi un suolo; pertanto, nasce un movimento opposto. E quello che non capisce la legge riguardo la possibilità di realizzare un pensiero, se non sta attento può crearsi alcuni guai.


Contraddizioni del genere esistono in tutti noi. Qualche volta vedo i vostri volti farsi scuri. Come mai? – C’è qualcosa che non mi va. Cercate di trovare qualcuno colpevole e dite: “Io non devo essere tanto stupido, gli faccio capire io”! Che cosa gli farai capire? L’oscuramento del viso fa vedere una forza di volontà – una corrente delle energie verso il centro della terra. Vuol dire che in questo momento manca la luce nell’uomo. Il vostro volto è scuro, i vostri occhi sono scuri, il vostro sguardo è rivolto in giù. Chiunque viene da voi, voi dite: “Lasciatemi, voglio stare solo”.  Però dopo 1-2 ore, può darsi dopo un giorno, arriva un altro stato d’animo e voi dite a voi stessi: “Io ho fatto questa lotta”. Credete di essere su nei cieli. Il vostro volto è allegro, dite: “E’ finita questa lotta”! Si, è finita per poco. Non passeranno neanche 12 ore e ritornerà di nuovo lo stato d’animo oscuro. Poi, salirete di nuovo su: vi muovete come un pendolo. Che lo vogliate o no, è questo che vi arriverà. Tali esperienze le hanno avute tutti – sia uomini, che donne, che bambini, ci sono persino negli animali. Io ho osservato i cani, i gatti, i buoi – anche in loro c’è una polarizzazione. La mattina, il bue è di buona disposizione, il suo sguardo è sorridente, allegro. Il suo padrone lo avvicina ed esso gli lecca la mano. Vai da lui il pomeriggio, già è di cattiva disposizione e dice: “Non mi toccare, io sono di cattiva disposizione”. Se è un cavallo, ti darà un calcio o ti morderà. In tutti gli animali c’è una tale polarizzazione delle energie. Alcune volte il cavallo può essere imbrigliato, però anche in questo caso mostrerà il suo temperamento. Per esempio, anni fa, ho incontrato un colonnello con il suo attendente, andavano in una carrozza verso il seminario, però il cavallo aveva uno stato d’animo tale, che non aveva voglia di andare. Alla fine il colonnello ed il suo aiutante sono scesi giù, gli hanno dato delle pacche sulla spalla, lo hanno accarezzato ed esso è partito. Sale di nuovo il colonnello, sale anche l’aiutante, il cavallo si ferma ancora. Scendono di nuovo. Lo coccolano, lo accarezzano, riparte.  Sale l’aiutante, il cavallo va…sale il colonnello, il cavallo si ferma. Alla fine, il colonello ha deciso di andare a piedi.  Il cavallo gli dice: Oggi tu andrai a piedi, non voglio portarti, niente più! Dicono: “Questo cavallo ha un temperamento cattivo”. Questa è la polarizzazione. Il cavallo dice al colonnello: “Oggi tu non salirai in carrozza. Porterò il tuo soldato, però non voglio portare te”. Questa polarizzazione delle energie io la chiamo “perdita dell’equilibrio”. Questo stato viene sempre dopo che hai avuto dei dubbi. Ti senti abbandonato, ti sembra che tutti siano contro di te. Dici: “Io sono infelice”. Senti che non hai questo, non hai quest’altro…ti vengono un sacco d’illusioni, in cui non c’è neanche un’ombra di probabilità. Poi, dopo che passano alcune ore, dici: “Almeno il Signore è con me”. E vedi allora che tutta la gente è bendisposta verso di te. No, non è vero ne’ l’uno, ne’ l’altro di questi stati. La gente è così, com’era anche prima. Dovete osservare le cose per poterne approfittare. Se voi non potete applicare queste leggi che vi do, tutto questo verrà sopra di voi. Ed il vostro futuro lavoro come insegnanti, professori, medici o qualsiasi altra professione, dipenderà da questa comprensione interna delle leggi. Voi dovete capire la natura dell’uomo per sapere come aiutarlo, quando lo vedete. Adesso io mi sono fermato soltanto sulla manifestazione semplice di queste forze. Sempre da questa polarizzazione vengono tante disgrazie. Io non voglio parlare delle forze negative della natura, però se voi ne avete una negativa, ve ne andrete da questo mondo con il pensiero che il male nel mondo è forte. Il male è forte perché voi gli volete bene. Niente più. L’amore per il male gli dà le forze. Il male acquisisce energia dall’amore. Se noi non abbiamo amore per una certa azione, essa non può esistere. Questa azione e forte perché noi le vogliamo bene. Tu odi qualcuno perché gli vuoi bene ed al contrario: gli vuoi bene perché lo odi. Tu vuoi costringerlo ad amarti e dici: “Io ti voglio bene ed anche tu devi volermene… se non mi vuoi bene io farò in modo che tu me ne voglia”. Questa violenza è male! L’altro individuo rigetterà da sé questa energia. Se è un uomo attorno a lui si formerà un’aura particolare, che creerà una disarmonia tra queste due persone.


Se immaginiamo che l’uomo sia un triangolo, e come se le linee di questo triangolo si interrompano e attorno il corpo umano si crei una cosa come ruggine oppure come brina. Se l’uomo è sano queste linee vanno parallele e corrono come i raggi del sole – molto belli. Se invece appare una disarmonia nell’uomo, queste linee s’interrompono a piccoli pezzi, in polvere come la ruggine e allora nascono le diverse malattie. Qualche volta queste linee s’interrompono nel petto – nasce la tubercolosi, alcune volte nel cervello – l’uomo diventa pazzo; alcune volte nel cuore – succede un infarto etc. Per questo all’uomo gli si devono creare grandi difficoltà per poter sciogliere questa brina, questa crosta di ruggine. Per questo, proprio arrivano le grandi sofferenze nel mondo.  Quando si romperà questo guscio, ritornerà la luce nella mente dell’


 


uomo e lui si ritroverà nello suo stato normale. Non ti senti ben disposto mentalmente? Va’ a Vitoscia ** , stai lì 4-5 ore e poi torna! Il tuo stato cambierà immediatamente. Ti polarizzerai in un grado superiore e inizierai a pensare che sei in grado di fare tutto. Sì, tu puoi fare tutto ciò che è nel tuo potere.  


Adesso tra di voi si deve creare un’armonia, perché il lavoro futuro, che pensate di fare, dipende da questa comprensione reciproca tra di voi. Altrimenti è possibile che attorno a voi si accumuli energia negativa, che renderà la vostra aura poco attraente. Quelli che hanno tante interruzioni respingono la gente, invece quelli che vivono in conformità alle leggi Divine hanno una forza magnetica, cioè, la forza Divina funziona e loro sono più attraenti. 


E così la prima cosa: cercate di capire le cose nel senso positivo. Tutte le forze della natura, nella loro sostanza, sono buone. Il male è nella loro applicazione – niente più. Vuol dire, che voi avete applicato alcuni pensieri e desideri Divini, però la natura, per insegnarvi una lezione, rinforza questi desideri in voi ed in conseguenza arrivano queste sofferenze interne. Da queste sofferenze voi traete un insegnamento e arrivate alla conclusione che la legge è vera. E quando imparerete questa legge potrete vivere dove volete. Voi volete vivere sulla Terra, essere sani, avere amici, costruire il vostro futuro, essere utili ai vostri vicini, però in quale modo riuscirete ad ottenere tutto questo? Avete bisogno di conoscenza, dovete avere razionalità. Se vivete come la gente di oggi avrete una vita simile alla loro vita e dopo 20-30 anni direte: “Non c’è un senso per continuare a vivere, la vita è un’illusione, tutto è una bugia etc”. Questa e la più grande disgrazia che vi possa capitare.


Il mio desiderio è che applichiate almeno una parte di quello che vi sto dicendo. Questo vi è utile, perché diminuirete almeno del 50% tutte le difficoltà che adesso si stanno creando per voi a causa del vostro passato. Io ho notato che tanti di voi iniziano ad avere certe malattie. Perché? Io lo so, in voi c’è una disarmonia, c’è accumulo di energia in eccesso e intasamento. Se arriva una cosa del genere, soffiate. Date posto a tutto quello che arriva. Lasciatelo entrare, però possibilmente  ripetetevi sempre: “Tutto, nel mondo, lavora per bene”. Fate piccoli esperimenti con voi stessi! Ci sono alcuni compiti che non risolverete facilmente. Non pensate che queste formule che vi dò siano facili da applicare. Con la formula che vi ho dato questa sera: il movimento delle braccia davanti al petto, al fianco, contemporaneamente soffiate, vibrazioni con le mani e pronunciate le parole “amore”, “gioia”, “allegria’, potete risolvere il 30% delle difficoltà nella vita, però durante l’esecuzione ci vuole un grande senso di responsabilità. Questi servono anche per difficoltà più grandi. E questo esercizio non vi costerà niente. Quanto tempo vi impegnerà per fare del bene? Bene lo potete fare sempre ed i suoi risultati sono sempre buoni. La mattina dopo che avete fatto l’esercizio avrete il 30% di miglioramento, al mezzogiorno il 30% e la sera il 30%, in totale il 90%. Rimangono soltanto il 10% di difficoltà. Quando avete un risultato di 90%, questo è sufficiente, però ci vuole più lavoro. Voi potete dire: Si può fare anche senza questi esercizi? Si può. La gente non muore senza esercizi? – Muore. Qualcuno dirà: si può stare anche senza scienza. – Si può anche senza scienza, non è male, però è meglio se l’uomo vive una vita conscia e partecipa al grande Amore della natura, alla gioia della natura e sa perché è venuto sulla Terra.


Adesso come avete capito la legge della polarizzazione? Ogni pensiero, anche se fosse il più buono, dopo che si è proiettato dentro di voi, creerà un’ombra. Voi dovete sapere che vi state trovando in un ambiente di materia densa. Pertanto, dovunque voi proiettiate la vostra energia, si formerà un attrito. Questo attrito è legato a voi. Qualunque sia il vostro pensiero,  in ogni caso produrrà una reazione opposta. Anche la legge è opposta: se pensate qualcosa di male, questo pensiero cattivo farà nascere una cosa opposta in voi, farà nascere un pensiero buono. Le forze nella natura sempre si equilibrano. Se iniziate dal su in giù oppure dal giù in su, queste forze si equilibrano sempre. Se iniziate con il positivo, poi apparirà il negativo; se invece iniziate con il negativo, prima esso apparirà e poi dopo il positivo.  Se iniziate con il Divino, sempre la stessa cosa: prima apparirà il Divino e poi dopo l’umano ed il contrario. Per questo, quando siete in cattiva disposizione dello spirito, osservate che pensiero nascerà da quella cattiva disposizione. Per esempio, siete di cattiva disposizione, però vi viene in mente  di visitare un vostro amico e lo visitate. C’è un vostro amico che è lontano, a Varna***, però vi viene in mente di lui, non lo avete visto da 5 anni. Se avete la possibilità di visitarlo, non perdete tempo, andate a Varna, fate un viaggio e avrete un’esperienza perfetta.  Se iniziate a pensare, subito verrà una tentazione (seduzione) e vi passerà il pensiero: “Ma, spenderò tanti soldi”! Non lesinate i soldi, e neanche il tempo. Perché il tempo e i soldi sono dati all’uomo, ed il bene che farete vale di più, che il tempo ed i soldi. Se vi viene in mente un pensiero positivo, eseguitelo. E se invece vi viene nella mente un pensiero negativo, la legge è opposta. Diciamo, un giorno vi viene in mente che avete soldi da prendere e decidete subito di andare per chiedere i vostri soldi oppure denunciare questa persona al tribunale. Se vi viene un pensiero così – non andate, state in casa, non muovete le gambe. Trattenete questo pensiero in sé, senza realizzarlo un giorno, due, finché vi arriverà uno stato d’animo meraviglioso. Altrimenti, se andate immediatamente, in ogni caso combinerete un pasticcio che dopo non potete rimettere a posto, per anni. Questa è una legge. Non muovere la gamba, stai tutto il giorno a casa finche’ si ripristina il tuo equilibrio. Un altro giorno, quando ti viene uno stato d’animo meraviglioso, vai da questo tuo amico, dal quale hai da prendere soldi e digli: “Amico, non ti preoccupare, le cose andranno bene”. Queste sono le regole, che voi dovete rispettare, soprattutto rispetto a se stessi. Se non le rispettate, alla fine, le imparerete lo stesso, però più difficilmente.  


La gente intelligente impara dall’esperienza degli altri, e quelli, che non sono ancora diventati intelligenti, imparano dalla propria esperienza. Per questo, meglio se usate l’esperienza uno dell’altro. Così dovrebbe essere per i discepoli, che studiano in una classe di occultismo. Il vantaggio (beneficio) per i discepoli che studiano insieme è nel fatto che beneficiano reciprocamente delle loro esperienze. Se qui non potete beneficiare, allora il vostro studio insieme è inutile. Quando vi osservate vedrete, che qualcuno ha più esperienza nella vita, un altro è più paziente, il terzo è più bravo in certi campi, più intelligente, più cauto etc. Qualcuno ha perspicacia, qualcuno è  misericordioso, qualcuno coraggioso, decisivo. Ma queste sono cause istigatrici. Ognuno ti può dare un’iniezione e servirti come una ragione per istigarti a fare il bene. Se vivi da solo non hai queste influenze benefiche. Questo è il lato buono di una classe. Alcuni dicono: “Da quando sono entrato in questa classe, io mi sono irruvidito”. No, allora non hai capito il senso della classe. In una classe ci sono vari elementi, ma questa diversità è buona. C’è una legge secondo la quale potete scegliere i vostri amici. Qualche giorno vi farò vedere in quale ordine vi dovete mettere. Ci sono alcuni di voi, che se li riunissi in un posto insieme, in ogni caso, andrebbero a litigare.


Io spiego questa cosa così: se riuniamo le persone A e B loro non si potranno sopportare. Direte: “Facciamoli riconciliare”! Non li potete riconciliare in nessun modo.  In loro funzionano le forze negative. Le persone A e B sono gente negativa e possono fare un lavoro perfetto, però che cosa dobbiamo fare? Che cos’è che manca loro? – Manca una terza persona. Questa persona è C.  Attraverso lui farete passare A e B.  Lì, i due si incontreranno e si guarderanno, però C deve stare, necessariamente, nel centro.  Allora A dice a C: “Di’ a B che io non gli voglio bene, lui ha questi e questi difetti”. Però C è intelligente, dice: “A ha detto che ti vuole tanto bene”. Però, B risponde: “Io lo so, che lui non dice la verità”. Poi C dice a A: “Ma, sai, B ha detto che sei una persona perfetta”. Adesso C osserva dall’alto, vede, che tutti e due non sono contenti. Allora C si proietta giù in D e manda B in D. In D si riuniscono D e B insieme; si riuniscono anche C e A e arrivano d’accordo tra di loro. Poi avete la linea CD, cioè la forza che concilia  le contraddizioni. Allora queste energie, che sono più intense, dovranno passare attraverso un ambiente più mite per ammorbidirsi. Io chiamo questo “circostanze ammorbidenti”, nella vita. Così per esempio il cuore è un ambiente che ammorbidisce i pensieri umani. I sentimenti dell’anima invece sono un’ambiente che ammorbidisce le forze dello spirito umano. Per questo quando vogliono dire, che qualcuno è sgarbato, dicono che questo uomo è senza cuore e senza anima.  Non dicono che è senza cervello. Lui può essere intelligente e forte, però in lui non c’è cuore e non c’è anima. Lui è un uomo con cui non si può vivere. Però CD può vivere con questo, con cui nessuno può vivere.  Tutto questo non sottintende che A e B non hanno questi sentimenti morbidi, ne hanno, però questi sentimenti sono in stato embrionale. Le forze soffici nella natura si trovano in tutti in stato embrionale. Pertanto le forze CD sono positive, forze crescenti nella natura, loro possono conciliarsi con tutto e le forze A e B invece possono fare una deviazione. In queste forze deve succedere una interruzione. Ecco perché nella natura, spesso, dovrebbe esserci un incrocio (intersezione). Questo io lo spiego così: se qualcuno di voi ha un viso lungo, lui è un uomo che ha un temperamento emotivo, per questo dovrebbe fare amicizie con una persona di viso tondo, cioè una persona con un carattere più dolce. I visi lunghi sono attivi, però i visi tondi  possono essere pieni di una materia ruvida e dolorosa. Nelle costruzioni piene, tonde, prevalgono le linee curve e in quelli lunghi – le linee regolari. Alcuni pensano, che il viso debba essere tondo, pieno (nel senso grasso). No, no, non deve essere pieno, però le linee del viso non devono essere neanche troppo concave e neanche gli occhi troppo infossati. Questa è ancora una forza positiva. Quando gli occhi dell’uomo si incavano troppo profondamente, questo fa capire, che il cuore di questo uomo si è consumato. Per questo cercherete sempre di pensare bene. Non pensate male per niente e per nessuno. Per esempio, state seduti e dite: “Questo è male, l’altro è male”, senza sapere che questo male ritorna e irruvidisce voi stessi. No, se pensate ai vizi che ha un uomo, dovete sapere, che questi ci sono in tutta la gente. Questi cattivi pensieri, desideri, aspirazioni passano attraverso ogni uomo. Anche l’uomo più mite lo possiamo far agitare, farlo arrabbiare. Abbiamo un grande carattere come Cristo, però in un momento lo vediamo prendere la frusta e scacciare tutti dal Tempio. Questa è una energia che si esprime proprio in questo modo. Chiedo: in senso puramente occulto, Cristo non poteva suggerire a questa gente di andarsene fuori senza questa frusta? – Si, poteva. Allora perché Cristo ha usato la frusta? Che cosa dice la Scrittura? Cristo ha dato un colpo a qualcuno con questa frusta oppure soltanto l’ha alzata? Alcuni pensano, che Cristo abbia fatto ciò per una debolezza. No, Cristo non ha fatto ciò per debolezza, ma questo è un metodo. In questo modo Cristo ha detto loro: “Se voi non eseguite la Volontà Divina, da una parte all’altra continueranno a frustarvi”. E attorno a chi di voi non si è avvolta questa frusta e anche secondo tutte le regole? In ogni casa c’è una frusta così. La frusta è un simbolo. E quando questa frusta si avvolge attorno a voi, ci saranno pianti e urla, però chi non capisce la legge dirà: Come è possibile che Cristo prenda la frusta e la usi? Cristo dice: “Se del Tempio Divino voi fate un mercato, ci sarà pianto invece che pace, nella vostra casa”. Che cosa significa “avvolgere attorno a voi la frusta”? – La frusta, queste sono le sofferenze, che significano che voi non eseguite la Volontà Divina. La frusta è un simbolo soltanto di sofferenze profonde del cuore e della mente, che l’uomo sperimenta. Ognuno dovrà capire la Legge Divina ed eseguirla. Lo Spirito Divino, da migliaia di anni, lavora sopra di noi e ci ha dato un organismo con  gambe, braccia, cervello, cuore etc. Se noi, nelle condizioni della vita di oggi, non siamo in grado di controllare  il nostro organismo con le nostre forze – questo cervello, questo cuore, questi nervi, queste arterie e tutte le celluline dentro di lui, che cosa possiamo aspettarci, allora? Vi alzate la mattina e non pensate niente per il vostro corpo. Fate una preghiera per esso. Inviate il vostro pensiero verso il vostro corpo. Pensate per tutte le vostre cellule, che fanno parte del vostro cervello, del vostro stomaco.  Pensate a tutti gli esseri vivi che lavorano dentro di lui e inviategli, come fa un bravo padrone con i suoi servi, un pensiero, una benedizione. Incoraggiateli, dategli forza ed essi gioiranno. E voi invece vi alzate la mattina e non pensate niente per questi operai. Pensate alle grandi opere, però tutte le grandi opere dipendono da questi esseri piccoli. Ma voi sapete che cosa succederà quando si rifiuteranno di lavorare le cellule dello stomaco, del cuore, del cervello e diranno: “Non lavoreremo più”! Il cuore inizierà a battere più debole e noi diremo: “Il cuore si sta fermando”! No, mandate un’onda d’incoraggiamento verso queste cellule!  Parlategli, loro capiscono tutto. C’è una Legge Divina che le gestisce. Incoraggiatele, esse sono esseri consapevoli. Siate ragionevoli, attenti rispetto a loro, parlategli come fa un bravo padrone. Quando vi stancate, fermatevi. Per esempio, vi viene un male alla gamba, fermatevi, togliete la calza, massaggiate un po’ la gamba, pensate un po’ per ogni singola cellula e vedrete che non passerà neanche mezz’ora ed il dolore nella vostra gamba passerà.  


La gente di oggi non pensa che nelle cellule ci sia una coscienza. No, alcune volte in loro c’è una intelligenza tale, quale la gente non suppone nemmeno.  La vostra salute, le vostre capacità dipendono proprio dalle vostre cellule. Ecco perché ogni mattino dovete inviare un’onda di buon pensiero verso tutte le vostre cellule. La sera, prima di coricarvi, mandategli, di nuovo, un buon pensiero e poi andate a letto. Quando vi alzate la mattina sentirete una disposizione particolarmente buona. Ma, queste cellule sono vostri servi! Loro diranno: il nostro padrone ha fatto una riforma nella nostra vita, serviamolo bene! La scienza occulta moderna dimostra questa cosa. Se la gente fa in questo modo, allungherà la propria vita di quanti anni vuole: di 10,15, 20, 100, 150, 200 anni.  Direte: “Ma, chi ha tempo, la mattina, di occuparsi di queste piccole celluline, di inviargli dei buoni pensieri”? Prima di tutto penserete per loro. La Scrittura dice: “Noi siamo un Tempio e Dio vive in noi e tutto in noi è vivo.”


Pertanto dobbiamo guardare tutto con soggezione e gioire che Dio ci ha messi in questo corpo; gioire che tutte queste piccole animette, tutte queste piccole cellule dopo milioni di anni diventeranno esseri umani singoli e grandi quanto noi. Quando le incontrerete loro diranno: “Io ti conosco”. – “Di dove?” – “Una volta io vivevo in te”. “Dove?” – “Nella tua testa e conosco molto bene l’ordine e le regole lì”. Un’altra cellula dirà: “Una volta, vivevo nel tuo cuore e so che cosa senti”. La terza cellula dirà: “Ed io sono stata nel tuo stomaco”. Tutte le cellule ricorderanno dove sono state  e porteranno la loro conoscenza.


Adesso, in questa classe, voi siete cellule piccole così. E come tutte le cellule di un organismo formano un insieme, così anche voi in questa classe, e un altro milione di persone ancora, siete cellule così nell’organismo di un essere consapevole. E qualche volta, quando vi alzate la mattina, percepite da qualche parte qualche buon pensiero. Da dove arriva esso? – Questo essere invia la sua benedizione a voi dicendovi: ”Pace a voi! Io vi aiuterò”. “Perché”? Perché tu sei nel suo organismo. E tu t’incoraggi. Ti viene una buona disposizione. Tu sei assicurato, perché vivi in un corpo, che è gestito da uno spirito consapevole. Quindi tutti siamo assicurati nel mondo. Non pensare, che non esista sicurezza.  Finché vivete in modo consapevole e obbedite alla Legge Divina, la vostra vita è assicurata.


Adesso avete capito l’esercizio, no? Lo farete 10 giorni consecutivi, ogni mattina, ogni mezzogiorno e ogni sera prenderete nota quali risultati avrete: se subito dopo che lo avete fatto è avvenuto un cambiamento nel vostro stato, oppure dopo un po’ di tempo. Le vostre osservazioni saranno interessanti. Studiate anche la legge per la polarizzazione. Essa è una scienza intera.


Preghiera segreta.


“Solo la via illuminata della Saggezza porta alla verità!


Essa ci dà gioia in continuazione!”


22.a lezione della Classe occulta per i giovani, tenuta dal Maestro il 16.03.1924 a Sofia.


Pubblicata a Besedi.org


*In lingua bulgara la parola amore si pronuncia “lubov”, la prima lettera è L, la parola gioia – “radost”, la prima lettera è R e la parola allegria – “vesselie” – la prima lettera è V


**Sofia si trova ai piedi di questa montagna di cui la cima più alta è di 2290 m.s.l.m.


***  Città sul Mar Nero che dista 500 km da Sofia


Share this post


Link to post
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!


Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.


Sign In Now
Sign in to follow this  
Followers 0