Sign in to follow this  
Followers 0
DilyanaAndreeva

1916_11_05 Al fine di guadagnare Cristo

1 post in this topic

AL FINE DI GUADAGNARE CRISTO

 

“Anzi, tutto ormai io reputo una perdita di fronte alla sublimità della conoscenza di Cristo Gesù, mio Signore, per il quale ho lasciato perdere tutte queste cose e le considero come spazzatura, al fine di guadagnare Cristo.”

Filippesi 3:8

 

 

Mi soffermerò soltanto sull’ultima frase: “Guadagnare Cristo”. La parola guadagnare è nota sia ai piccoli, che ai grandi, sia ai sapienti, che agli ignoranti, sia ai buoni, che ai cattivi, sia agli intelligenti, che agli stupidi – tutti aspirano a guadagnare. Non esiste neanche un essere, per quanto inferiore esso possa essere, che non aspiri a guadagnare qualcosa. È un’altra cosa però se questa aspirazione corrisponde alle necessità nascoste nella sostanza delle profonde ragioni della Vita. Più importante è l’aspirazione a guadagnare, e su di essa si basa la crescita e lo sviluppo dell’uomo. Perché il corpo, il cuore, la mente e lo Spirito hanno una loro aspirazione a svilupparsi.

Parlando del guadagnare Cristo dobbiamo comprendere che cosa sia questo. Io so che avete opinioni diverse, tutti volete afferrare Cristo, guadagnarLo. Potete guadagnare un bue e metterlo nella stalla, potete guadagnare un cavallo e mettergli le briglia, potete guadagnare una gallina e metterla nel pollaio per darle da mangiare, potete guadagnare un bel vestito e metterlo nell’armadio, potete guadagnare un cappello e altre cose. Potete guadagnare anche un bambino, ma il bambino non lo metterete né nel pollaio, né nell’armadio, invece lo terrete in braccio, al vostro petto. Ebbene, si deve fare una profonda distinzione, dobbiamo possedere la qualità di distinguere le cose. Chiunque si sia messo in cammino sulla Retta via, sulla via dell’umanità oppure, detto in senso più elevato, sulla via Divina, deve distinguere due cose essenziali – distinguere il male dal Bene, la bugia dalla Verità, la stupidità dalla Saggezza. Queste cose sono indispensabili, esse sono l’essenziale nella Vita. Voi pensate di comprendere le cose; potete percepire certe cose come buone e invece queste sono cattive. Quando parliamo del Bene o del male, noi intendiamo il rapporto delle cose con l’anima umana ragionevole.

 

 

Ebbene, quali sono le aspirazioni dell’anima? Qualcuno dice di avere fame e voi pensate che questo sia un bisogno indispensabile. L’anima vostra non se ne interessa, essa non vuole queste sostanze solide. Voi pensate che il mangiare sia quello che costituisce l’uomo, ma questo fa vedere che non comprendete le cose. Vi state chiedendo: “E quando morirò, chissà se mangerò e berrò nell’altro mondo?” E quando non riuscite a risolvere la questione iniziate a riflettere su come sarebbe quell’altro mondo. Nel Regno di Dio gli uomini non mangiano e non bevono – queste sono cose che il corpo richiede nel mondo fisico. Il vostro corpo e voi, però, siete due cose differenti e quando il corpo guadagna queste cose non pensate che li stia guadagnando anche la vostra anima – è un’illusione. E poi, dentro di voi appaiono odio, invidia, vendetta e altro, e voi li considerate come un’aspirazione dell’anima. Queste sono aspirazioni del vostro cuore, perché l’ira e l’invidia sono cose gradevoli al cuore; gli occultisti direbbero che sono aspirazioni del corpo astrale. Ad esempio qualcuno ha diverse case e voi lo invidiate; invidiate qualcuno perché è più bello oppure più colto; qualcuno vi porta via il servo e vi adirate ecc., e poi dite a voi stessi: “Mi sono adirato, sono io che l’ho fatto” – vi state ingannando, è un’aspirazione del vostro cuore. Poi qualcuno inizia a pensare di essere un gran che, s’inorgoglisce, pensa di essere molto colto, molto forte, di sapere tanto, comincia a pensare di essere tutto, di essere un uomo speciale, di aver guadagnato qualcosa. Egli è orgoglioso perché possiede tanto sapere, perché può insegnare agli uomini e predicare loro, pensa di essere colui che sa tutto. Tutto questo è la vostra mente, è un’espressione dei vostri pensieri. Dovete distinguere queste cose essenziali che fanno parte della vostra mente.

Ebbene, dove troveremo Cristo? Non Lo troveremo né nel nostro corpo, né nel nostro cuore, né nella nostra mente. Dove Lo troveremo allora? Ve lo dirò. Alcuni mi comprenderanno, altri invece non mi comprenderanno. Alcune volte do degli esempi chiarissimi perchè possiate imparare a pensare e ciò nonostante non siete riusciti a imparare. È tale l’esempio di quel viandante che cadendo in un precipizio si attaccò al ramo di un albero e rimase sospeso per quattro-cinque ore. Sentitosi fiacco lasciò il ramo e rimase stupito vedendo che il precipizio sotto di lui era profondo solo quindici centimetri. Adesso ci sono alcuni che mi chiedono come lasciare il ramo a cui si stanno tenendo nella loro vita. Quando hai un desiderio, lascialo andare. Non pensare che gli interessi del tuo cuore siano anche i tuoi interessi, lasciali andare per la loro strada. Tanti di voi si trovano nella posizione di quel prode turco che catturò un brigante, i due si aggrapparono in tale modo che né il prode riusciva a portarlo dal padre, né il brigante lo lasciava andare. Il prode disse a suo padre: “Papà, ho acchiappato un brigante.” – “Lascialo andare.” – rispose il padre. In questo caso voi siete il desiderio che vi vuole derubare, e né voi ve ne potete liberare, né esso vi lascia andare. Chiederete come liberarvi da questo desiderio. Ecco le illusioni della vostra mente. Basta volere imparare a liberarvi: andate da un chimico, chiedetegli di fare davanti a voi un esperimento semplice – scomporre l’acqua in idrogeno e ossigeno, fategli descrivere le proprietà di ciascuno degli elementi e dimostrare il metodo mediante cui li ha separati. Mettetevi a ragionare e imparerete anche voi a scomporre nello stesso modo.

Anche voi avete un composto tra il corpo e il cuore; si può avere un composto anche di tre elementi – gli acidi ad esempio sono composti di tre elementi. Dunque dal composto del vostro corpo, cuore e mente voi avete un acido, tutti i chimici invece dicono che gli acidi sono pericolosi per la vita. Certe volte gli acidi vengono usati come rimedio, però si devono somministrare a piccole dosi; quando vengono usati a dosi elevate gli stessi causano intossicazione.

E ora, mentre vi parlo di questo, non voglio dire che il cuore, la mente e il corpo non vi servono, ma affermo che il corpo ha i propri interessi e ne ha tutto il diritto, il cuore ha la propria aspirazione e ne ha tutto il diritto, la mente ha la propria aspirazione e ne ha tutto il diritto. Anche l’anima dentro l’uomo ha la propria aspirazione - ad esempio la Misericordia, la Fede, la Speranza, la Coscienza, l’Amore per Dio. Essi sono i sentimenti più elevati dell’anima e voi vi trovate nella loro atmosfera. L’anima è l’atmosfera dell’uomo stesso. Quindi se vogliamo capire l’uomo, se vogliamo trovare Cristo e se vogliamo creare un buon corpo, noi dobbiamo vivere in quell’atmosfera elevata. Se servite il vostro corpo voi sarete il servo ed il corpo sarà il padrone. E un giorno rimarrete da esso delusi, così come la ragazza rimane delusa dal giovanotto. Ella cercava il giovanotto col cuore e non con il suo essere. Dicono di una giovane che ha perso il cuore, ma ella lo troverà, perché il cuore si può rubare, così come si possono rubare i vostri soldi e la vostra mucca. Si possono rubare anche la vostra mente e i vostri pensieri, perché la mente non è una cosa essenziale; questo dimostra che voi non potete essere padroni della vostra mente. Quando invece si perde il cuore, allora l’uomo si indurisce e dicono di lui che è diventato crudele. Il corpo, il cuore e la mente sono stati studiati – non cercate queste cose. Chi vuole guadagnare Cristo deve attraversare questi tre mondi ed entrare nel mondo dell’anima. Ve lo descriverei: è un mondo grandioso, abitato da Esseri tanto elevati. Può darsi che un giorno, quando gli uomini saranno in possesso della capacità di vedere, potranno parlare di quel mondo. Possiamo parlarne anche adesso, parlando di Giustizia, Pace e Amore. Quel mondo ha due suddivisioni: in primo luogo una piena consapevolezza e in secondo luogo un’interiore unione con Dio. I cristiani lo chiamano il paradiso, l’Eden

 

        Ebbene, per trovare Cristo dovete entrare dentro la vostra anima, dovete elevarvi e dentro di voi deve sorgere la prima qualità - il disinteresse. Con la parola disinteresse io non intendo la qualità negativa di non desiderare, ma di comprendere quali sono le cose essenziali, capire quello che devi guadagnare e quello che non devi guadagnare. Interesse personale ad esempio è quando vuoi guadagnare le cose che detesti. Quando uno è superbo vuole che tutti parlino bene di lui, che lo amino tutti.  Quando imparate a pensare in modo giusto, cioè quando in senso Divino ed elevato, vi trovate a bussare alla porta, Cristo vi aprirà. Come si può guadagnare Cristo? Il corpo vuole ricevere il nutrimento ed esso riceve i suoi ospiti mettendoli in bocca, lì dove tutti vengono ricevuti. La bocca ha un suo programma fisso in cui vi lavorano trentadue servi, che aiutano ogni ospite, che vi entra, a svestirsi. All’entrata c’è un ispettore capo che controlla gli ospiti, che ordina ai servi di bagnarli di saliva, di masticarli bene, dopodiché li manda nella sala di ricevimento. Se siete ospiti, quando finiscono di masticarvi, passerete per il corridoio, arrivando in un’altra sala dove tutti gli altri stanno seduti e, quattro ore dopo, del vostro contenuto non rimarrà neanche una traccia, tutto verrà trasformato. Dopo vi faranno uscire nel mondo attraverso la porta posteriore, ma ormai in un’altra forma e non in quella in cui siete arrivati prima. E quando vi presentate una seconda volta al mondo, voi sarete un escremento. Questa è l’aspirazione del corpo, ricevere dalla parte anteriore e far uscire dalla parte posteriore, cioè ricevere tutto senza dare niente. Non date la colpa al corpo, queste sono le sue concezioni. Anche voi volete ricevere Cristo nello stesso modo. No, in questo modo non riuscirete a fare niente.

Lo stesso vale anche per il cuore, quando attraete una persona le dite: “Ti voglio tanto bene”, ma quando iniziate a odiarla, la mandate via dalla porta posteriore. E in seguito l’uomo oppure la donna si lamentano di aver perso il proprio cuore. Il tuo uomo non ha mai avuto un cuore, la tua donna non ha mai avuto un cuore, tutti e due non hanno mai avuto un cuore, i cuori non erano di loro proprietà. Lo stesso vale anche per la mente: vi loda quando vi riceve, ma un giorno anche la mente vi manderà via dalla porta posteriore. Perciò noi diciamo che nei nostri  rapporti  c’è  un obiettivo instabile. Questi sono gradi di sviluppo. Il corpo, il cuore e la mente sono forze donate all’anima umana e l’anima le deve conquistare in maniera Divina. Il corpo non deve mai diventare il tuo padrone, ma invece deve essere il tuo servo; inoltre non devi mai permettere al tuo cuore di diventare il tuo padrone; lo stesso vale anche per la mente. Uno dice: “Io amo col mio cuore”, colui che ama col cuore, oggi ti amerà, domani invece ti odierà. Ecco perché la gente dice che non si può fare a meno dell’odio. Nel mondo del cuore esiste una divisione. Io non m’inganno su queste cose. Tutti voi che volete avere in questo modo una casa buona e giusta, che  volete  in  questo  modo  vivere in pace e in accordo, non avete compreso la Vita. Se vivi una vita fisica, sentimentale oppure mentale, non puoi essere nel Regno di Dio. La chimica moderna considera gli stati dei corpi come solidi, liquidi e gassosi: il corpo viene paragonato alla materia solida, il cuore a quella liquida e la mente a quella gassosa. Dunque voi potete servirvi di questi tre stati della materia - essi sono tre forze, tre rapporti.

Ora Paolo dice: “Io considero tutto come spazzatura, al fine di guadagnare Cristo”. Nel conoscere Cristo ci sono altre leggi. Per capire le leggi del corpo bisogna studiare l’anatomia e la fisiologia. Gli  uomini  moderni  non  devono  essere  ignoranti,  ma  devono esaminare i cambiamenti dentro di loro, devono sapere quante volte in un minuto batte il loro cuore la mattina, a mezzogiorno e la sera, cioè sapere la disposizione del loro cuore di giorno e di notte. E poi, essi devono comprendere la disposizione della loro mente – quando ragionano in maniera più chiara e quando in maniera meno chiara.

Dovete avere un’idea più chiara dentro di voi, dovete distinguere queste tre diverse sfere della vostra vita. E quando iniziate a distinguere i desideri del corpo, perché il corpo qualche volta vuole fare una passeggiata e qualche volta vuole riposare, allora voi potete montare il vostro cavallo, cioè il vostro corpo, ma dovete sapere che questa passeggiata non è vostra e che invece state portando a spasso il vostro cavallo. E quando ti riposi, di che sta riposando il tuo cavallo.  Quando odi qualcuno, di’ che stai addestrando il tuo cuore, quando ami qualcuno è sempre il tuo cuore che stai addestrando, perché il cuore ama sia l’odio che l’Amore. Sappiate che potete utilizzare l’odio e l’invidia come un lavoro del vostro cuore. Ad esempio tu desideri possedere molte case oppure qualsiasi altra cosa, allora porta a spasso il tuo cuore, fagli vedere molte case, digli che le possederà, digli che avrà tutto quello che desidera. Il giorno dopo invece monterai la tua mente e la porterai a spasso, la mente vorrà sapere il segreto di Dio, diventrà superba, e tu dille che sai tutto, che sei famoso, che hai scritto tu tutti i libri del mondo e la mente si rallegrerà. Così saprai che il tuo corpo, il tuo cuore e la tua mente funzionano. Dopo di che porterai a spasso la tua anima, ad esempio incontrerai un disgraziato e lo aiuterai per quanto puoi, gli infonderai più Fede e Speranza. La prima cosa che emerge nell’anima è il fatto che essa inizia a dare, e allora dirai al tuo corpo: “Tu mi aspetterai un po’ perché vorrei dare qualcosa a quest’uomo”. Infonderai Amore, Fede, Speranza e quando ritornerai a casa troverai Cristo. Potrete dire: “È facile, non si tratta di una cosa difficile”. È un lavoro facile: porterai a spasso il tuo corpo, il tuo cuore, la tua mente e la tua anima e poi tornerai indietro.

Con  l’espressione “Io considero tutto come spazzatura” Paolo sottintende che la conoscenza che possiamo avere sul corpo, sul cuore e sulla mente, non può essere paragonata a quella che Cristo ci può dare in accordo con la nostra anima, quando impariamo a donare. Quando le piante iniziano a fiorire, prestate attenzione al fatto che ogni fiore si gira verso il Sole. Lasciate una pianta, ad esempio un melo, in cantina e osservate quello che gli succederà. Le piante vivono all’aperto, lì dove c’è la luce solare. Dunque al fine di trovare Cristo dovete illuminare il vostro cuore, la vostra mente e la vostra anima. La vostra anima non deve essere turbata da nulla. Ad esempio vi viene voglia di mangiare una gallina oppure dite a voi stessi: “Parlano tanto male di me”, oppure: ”Vorrei essere intelligente e colto”, e poi volete trovare Cristo. Non Lo troverete perché state in cantina. Oppure entrate in una chiesa e volete trovare Cristo lì, non Lo troverete neanche lì. Uno dice: “Io appartengo a questa o a quell’altra chiesa”. Quando la chiesa moderna ammette l’esistenza di tante altre chiese, essa predica la poligamia. Quante chiese ci sono al mondo? Io dico che esiste una sola chiesa, cioè una moglie. Di questa chiesa Cristo dice che sia intelligente e saggia. In principio Dio creò un uomo e una donna. Questi sono i ragionamenti più intelligenti. E se uno vuole chiedermi come sono fatto, questo significa che vuole sapere se vivo nel mio corpo, nel mio cuore oppure nella mia mente. La chiesa che conosco io, è sempre stata una e rimarrà sempre una sola. Chiunque voglia trovare Cristo deve avere giuste concezioni, giuste idee su queste cose. Ci sono quelli che possono predicarvi per migliaia di anni, eppure non vi diranno la Verità. Un sacerdote che vi dice che una chiesa è la migliore, non vi dice la Verità. Se con la sua chiesa egli intende la chiesa Divina che, come una sorgente sempre dà, che riversa la sua benedizione nel mondo, allora sono d’accordo con lui. Ma se la chiesa raduna gli uomini per usarli, non è Divina. Cristo venne tra gli ebrei che erano la stirpe eletta, ma la loro chiesa era una chiesa che commetteva ruberie.  E se oggi gli ebrei sono sparsi per il mondo, questo si deve al fatto che erano avidi e il Signore li maledì e li punì. In realtà il Signore non li maledì, ma erano loro stessi la causa che li ridusse così. Ci sono quelli che odiano gli ebrei, non li devono odiare, ma devono prenderli come un esempio utile. Io credo che se un giorno gli ebrei accetteranno Cristo nel modo giusto, verranno nella regione dell’anima e diranno: “In Cristo Gesù non esiste né l’elleno, né il giudeo.” Cristo riunisce tutto dentro di sé.

Queste cose non sono contradittorie, però per il fatto che non riuscite a distinguere gli interessi del corpo da quelli della mente, l’armonia delle cose viene perturbata dentro di voi. Ad esempio, siete nate donne e non siete contente. Che cosa è la donna? La donna abita nel cuore, cioè il cuore è una casa nella quale lo Spirito umano entra per abitarci. Tu hai preso questa casa in affitto e sappi che in questo cuore tu sei un inquilino e che ora avrai un compagno. L’uomo abita ad un piano più alto, cioè la donna abita al secondo piano mentre l’uomo abita al terzo, tutti e due però sono degli inquilini. C’è chi dice che essere un uomo oppure una donna dipende dalla legge di Dio. La donna deve abitare al secondo piano e l’uomo al terzo. Quando si cade giù dal terzo piano si verrà colpiti molto di più. Perciò per trovare Cristo, devi smettere di pensare se sei una donna oppure un uomo, devi uscire in un luogo aperto, devi andare nella regione dell’anima. E una volta che vi sarete rivolti a Dio e avrete trasmesso i vostri veri desideri a Lui, voi sboccerete. Solo a quel punto l’energia Divina e la luce Divina feconderanno il vostro fiore e dentro di voi verrà concepito il Divino. Quando sarete usciti fuori dal vostro cuore, dalla vostra mente e dal vostro corpo, questi fiori verranno fecondati e voi possederete i gradevoli frutti della Vita. Nel corso di questo anno fate del vostro meglio per trovare voi stessi.    

Paolo dice: “E se anche distribuiste i vostri beni e consegnaste il vostro corpo, non riuscireste ancora a trovare Cristo, voi siete in strada, ma non sulla strada.” Quando sarete arrivati a livello della vostra anima, quando sarete arrivati alla quinta regione dell’Amore, cioè quando amerete Cristo e quando Egli sarà tutto per voi, allora riuscirete a trovarLo. Quando avrete smesso di pensare a voi stessi, al vostro corpo, al vostro cuore, alla vostra mente e alla vostra anima, quando avrete smesso di pensare a come salvarvi, allora troverete Cristo. Quando vi sarete trovati al di là di quelle quattro regioni, capirete il grandioso significato dell’Amore e lo comprenderete tramite una particolare esperienza. Solo quando vi avranno crocefisso a questo Amore, così come crocefissero Cristo, voi direte: “Perdona loro perché essi non sanno niente.” E adesso io conosco tanti uomini e donne che dicono: “Io troverò Cristo.” La donna sta pregando mentre l’uomo l’ascolta e dice a se stesso: “Adesso prendo quattro chiodi e la crocefiggo”, ma ella si mette a gridare, ad adirarsi e le dice: ”Stai dicendo delle bugie, non lo sai che io abito al terzo piano e tu invece abiti sotto di me?” La volta successiva è l’uomo che sta pregando e la donna lo ascolta. Ella prende quattro chiodi, vuole crocefiggerlo, egli si adira, si mette a gridare e a quel punto lei gli dice: “Stai dicendo delle bugie.” Ed è così che i due trovano Cristo ogni giorno. È da ottomila anni che ci sono degli uomini crocefissi e io li vedo che giurano. 

Ora, spesso viene posta la domanda perché il cristianesimo non progredisce. L’uomo che vuole progredire deve comprendere questo profondo concetto interiore e liberarsi del proprio corpo. Puoi vivere anche senza un simile corpo. Esso è la somma di tante cellule che possono vivere anche senza di te. Esse sono i tuoi servi e un giorno, terminato il tuo sviluppo, ti abbandoneranno. Lo stesso vale anche per il tuo cuore e per la tua mente. Un giorno anch’essi ti diranno: “Esci fuori dal tuo corpo perché sta per arrivare un nuovo padrone.” Per ciò che riguarda i rapporti tra il corpo, il cuore e la mente, vi porto la seguente analogia che li spiega parzialmente: voi avete un carro che rappresenta il corpo umano e un cavallo che rappresenta il cuore umano,  mentre l’uomo medesimo si trova dentro al carro. Quando si rompe il vostro carro, voi montate a cavallo, se dovete attraversare dei luoghi ripidi, abbandonerete anche il cavallo e andrete avanti a piedi. Dunque voi dovete abbandonare quei tre indumenti e uscirne fuori. E quando Cristo dice: “Così chiunque di voi non rinuncia a se stesso”, questo vuol dire rinunciare alla padronanza del corpo, del cuore e della mente e prendere per compagna la propria anima. Siccome essa è una brava donna, i suoi interessi sono comuni agli interessi dello Spirito ed è pronta a dare tutto. Perciò Cristo dice: “Che giova infatti all'uomo guadagnare il mondo intero, se poi perde la propria anima?”. Se tu sei un uomo senz’anima queste tre cose un giorno ti abbandoneranno e tu perderai tutto.

Ebbene, Paolo dice: “Tutte queste cose le considero come spazzatura, al fine di guadagnare Cristo.” Ora, voglio che quest’idea sia chiara nelle vostre menti. Non voglio parlare con parole vuote, perché l’idea che sto proferendo è chiaramente definita nella mia mente. Io non voglio che mi diciate delle bugie. Ad esempio io so bene che cosa rappresenta il fatto che alcuni di voi vengono qui una volta, altri due volte, altri invece tre volte ecc... Ciò per me è una scienza: per esempio io posso venire a sapere dopo quanto tempo uno verrà di nuovo. Esiste quella favola del lupo che aveva mangiato un asino, dopo nove mesi egli disse a se stesso: “Andrò a vedere se per caso non ci sia un altro asino nello stesso luogo.”  Se questo fosse successo d’estate, potrebbe darsi che l’asino sarebbe stato nello stesso luogo, ma se fosse successo d’inverno, sarebbe stato di sicuro al chiuso. Ecco perché la terza volta il lupo verrà d’estate e troverà un altro asino… È una favola il cui significato è molto profondo. C’è chi mi dice: “Mi è successa una grande disgrazia”, io gli rispondo: “Dopo un certo tempo ti capiterà una grande fortuna.” A qualcuno capita una grande fortuna, è contento, invece io dico: “Tra un po’ di tempo ti capiterà qualche disgrazia.” Perché succede così? Queste cose si devono studiare a fondo.

Chi vuole trovare Cristo deve comprendere queste cose profonde. Per me queste concezioni hanno un doppio significato: ad esempio la musica ha un lato puramente tecnico e un altro puramente psichico. Se vuoi studiare la musica, acquisire una capacità tecnica, devi procurarti un maestro. Se invece vuoi ascoltare una bella musica eseguita da un grande musicista, devi pagare dieci leva per il biglietto. Nel secondo caso voi ne approfitterete senza fare alcuno sforzo. Ora, se volete solo ascoltarmi, vi dico: i miei biglietti costano dieci leva, per i poveri possono essere anche gratuiti, ma se volete studiare, dovete pagare un prezzo molto alto. Per esempio se volete imparare a suonare il violino, dovrete pagare e per di più ogni giorno passerete parecchie ore ad esercitarvi. Nel violino ci sono quattro corde ed inizialmente dovrete suonare la prima corda, poi la seconda, la terza e la quarta. Vostra madre si stuferà con tutto questo strimpellio, ma quando avrete imparato a suonare anche la quarta corda, direte: “Ho già finito di esercitarmi.” Per trovare Cristo dovete sapere suonare il violino molto bene, soltanto allora Cristo diventerà il vostro Maestro.  

Il sistema scolastico moderno è molto ben organizzato: all’inizio si passano le classi elementari, poi le classi secondarie, poi si passa all’università e solo a quel punto si può andare da un Grande maestro. C’è chi dice: “Io andrò da Cristo.” Cristo non ha il tempo di occuparsi di voi, Egli può solamente tenere per voi un concerto. Se però volete imparare l’arte della Vita, dovete vivere da violinista. Il grande violinista Paganini suonava dodici ore al giorno e quello che eseguiva oggi nessuno lo può ripetere. Adesso dite: “Ho guadagnato Cristo”. Quando avrete guadagnato Cristo, comprenderete il significato della Vita e non esisterà niente di impossibile al mondo. E allora assomiglierete a quel principe indiano che visitò un santo indiano, che possedeva una mucca molto bella. La mucca piacque molto al principe ed egli offrì parecchi soldi al santo.  Il santo però non voleva darla, il principe minacciò di prenderla con la forza, ma il santo gli rispose: “Provaci.” Il principe mandò un intero esercito di uomini armati, ma il santo, solo con lo sguardo, abbatté tutti quanti per terra. Dopo l’accaduto il principe decise di comprendere la vita del santo. Studiandola per mille anni egli acquisì certe forze e conoscenze, e vi andò un’altra volta con degli uomini armati a prendere la mucca, ma accadde di nuovo la stessa cosa. Di conseguenza egli studiò la vita del santo per altri mille anni, acquisì nuove forze e conoscenze, volle di nuovo prendere la mucca, ma anche quella volta non ce la fece. Ancora una volta il principe si mise ad esaminare la vita del santo, acquisì ulteriori forze e conoscenze e divenne così forte e bravo che persino tutti gli dei lo riverivano. E alla fine, dopo tremila anni di studio, il principe andò dal santo e gli disse: “Questa mucca non mi serve più.” Questo significa che quando egli uscì dal suo corpo, dal suo cuore e dalla sua mente, la mucca non gli serviva più. 

Tante volte il corpo si lamenta del cuore perché il cuore pecca e il corpo soffre. Un’altra volta è la mente che pecca mentre il cuore soffre, così è la legge. Dunque il peccato inizia dalla mente. Tutte le malattie provengono sempre dalla mente, dal cuore e dal corpo, perciò esse sono mentali, emozionali e somatiche. Cacciate via i cattivi pensieri e tutte le malattie somatiche spariranno. Fate entrare tutti quei succhi nuovi e il vostro corpo si riprenderà. È simile la prassi anche della medicina moderna, quando il sangue di qualcuno è molto malato, aprono una delle sue vene e la vena di una persona sana, e allora viene fatta una trasfusione di sangue da quest’ultimo nel corpo del malato, ed egli guarisce. I succhi dell’anima devono assolutamente passare attraverso la vostra mente, il vostro cuore e il vostro corpo e allora voi diventerete il loro padrone.

Al fine di guadagnare Cristo, il Suo Spirito si deve unire al vostro. E quando vi sarete uniti sentirete l’unità, sentirete che l’intero universo è un’armonia completa e tutte le cose, sia le buone che le cattive, sono al proprio posto. Le cose buone e quelle cattive sono tali solamente in relazione a voi. Ma Dio che ebbe la benevolenza di inserire in un dato essere lo Spirito Suo, ha le sue ragioni, per esempio Egli sa perché ha fatto venire il lupo e non sarete voi a giudicarLo. Dio dice: ”Uomo io ti ho creato, perciò non essere come il lupo, come l’orso, come la vipera, e comportati invece da essere ragionevole.” Ebbene, quando odiate vi trovate nel vostro cuore, quando godete troppo del cibo vi trovate nel vostro corpo, quando siete superbi vi trovate nella vostra mente, ma voi non vi trovate ancora insieme a Cristo. L’uomo deve imparare a individuare l’essenziale dentro di sé, deve capire che il suo nutrimento è un altro. La Verità, l’Amore, la Saggezza, la Giustizia e il Bene - questo è il nutrimento con cui potrete guadagnare Cristo. Nel momento in cui avrete guadagnato questi frutti, Cristo verrà perché ci sarà qualcosa che Gli potrete offrire. E non appena iniziate a nutrirvi di questo cibo, tutti quanti diventerete belli e non come vi vedo adesso. Sarete belli, snelli e il vostro corpo dirà: “Grazie al cielo il mio padrone è diventato più ragionevole, mentre prima egli cercava di dominare anche me.” L’uomo è predestinato a liberare la sua mente, il suo cuore e il suo corpo da ogni malvagità e da ogni malattia.

Ora potete dire di me che io parlo come un oratore solo per leffetto. Posso parlarvi anche un po’ più piano, ma alzando la mia voce vorrei far penetrare questo chiodo più profondamente dentro di voi, in modo che vi si attacchi qualcosa. Quando senti fame di’ a te stesso: “Questo non sono io”. Quando diventi superbo, di’ nuovamente a te stesso: “Questo non sono io”. In tal caso vi chiederete: “Allora che cosa sono io?” E a quel punto verrà la tua anima, dimostra dunque la tua misericordia, dà a qualcuno del denaro. Certo ciò non vuol ancora dire che gli vuoi bene. Perché se dai del denaro a qualcuno, egli lo può utilizzare in modo giusto solo se è intelligente. Oggi il denaro commette i delitti più grandi. E se vi mettete a esaminare la storia, vedrete che il denaro ha corrotto il mondo a causa del desiderio del cuore di avere di più. È così che furono creati i tribunali e le forche, però i condannati a morte diventano più pericolosi entrando nell’altro mondo. Perciò il mio parere è che la gente cattiva debba essere messa in prigione per rieducarsi e trasformarsi. Questo si dovrà fare in futuro, perché quelli che muoiono sono più pericolosi per l’umanità. Un veleno versato in dieci litri d’acqua infetterà più persone che versato in pochi milillitri.  

Ebbene, al fine di conoscere Cristo dovete guadagnare quel Sapere essenziale che è indispensabile alla nostra vita individuale. Quando ti senti disturbato oppure affamato, di: “Non L’ho ancora trovato”; se ti piace la fama, di la stessa cosa. C’è chi dice che va in chiesa, cioè gli piace mangiare. Io non lo rimprovero perché anch’io mangio, ma il mangiare non deve diventare uno scopo nella Vita. Ogni tanto mi chiedono che cosa mangio e io rispondo: “Date al mio cavallo qualsiasi cosa, dategli un po’ di fagioli, un poco di sale.” A volte, quando mi chiedono di fare una visita, preparano tante cose e io dico a me stesso: “Ma guarda quanto viene stimato il mio cavallo!” Tutto ciò significa che non avete ancora trovato Cristo. Date da mangiare al povero, al sofferente. Il cibo è indispensabile sia per il corpo, che per la mente, che per il cuore, però anche l’anima si deve nutrire. Con la parola cibo io intendo il dare da mangiare a colui che si è scoraggiato e ha deciso di suicidarsi. Mentre voi adesso pensate solo a come salvarvi e dite: “Andiamo dal Sig. Danov che ci dice qualcosa, egli conosce tante cose, è molto istruito.” Perché predico? Se la sorgente non fluisce, essa esploderà perché l’acqua che c’è dentro deve farsi strada.  È per questo che predico io, per la vostra benedizione. C’è chi dice: ”Io voglio che mi amino”, ma il rubinetto secco non viene mica amato, non viene mica baciato. Lasciate fluire attraverso la vostra canna l’acqua pura e vedrete come tutti si metteranno a baciarvi. Dovete dare alla gente per poi ricevere i suoi baci. C’è chi si ferma davanti a una fontana e dice: “Che bella questa pietra”, ma non è la pietra l’essenziale, è l’acqua, cioè l’insegnamento che ne scaturisce.

Quando un giorno, dal mondo Invisibile vi vedrò felici, ne sarò contento e dirò: “Sono lieto che abbiate trovato il Signore!” Dovete essere lieti, dovete danzare, perché mentre il cuore danza voi pregate, mentre la mente ragiona voi pregate. Quando il corpo mangia - siatene lieti, quando il cuore sente - siatene lieti, quando la mente ragiona - siatene lieti, essi sono gli strumenti che vi mostreranno la strada. Quando attraversate il mondo fisico è indispensabile il corpo, per il mondo Astrale è indispensabile il cuore, per il mondo Mentale è indispensabile la mente, e per il mondo dell’Anima è indispensabile l’anima. Ecco perché Paolo dice: “Al fine di guadagnare Cristo”. Cristo è un Grande maestro e in qualunque forma lo incontrerete, sia nell’aspetto di una donna oppure di un uomo, sia nell’aspetto di un bambino oppure di un servo, Egli vi potrà sempre mostrare la strada della Verità. Che rimanga nella vostra mente il pensiero che Dio è uno solo. L’insegnamento può passare attraverso tante canne, ma la sorgente è una sola, possono esistere tanti movimenti nel mondo, ma la sorgente è sempre una sola. 

Quando Cristo entra dentro di voi, Egli vi insegnerà a comprendere le cose in maniera corretta. Capirete quali delle vostre azioni sono buone e quali sono cattive. Non dovete dire: “Adesso sono un po’ più buono, un po’ più intelligente”, ma non un pò, voi dovete completare il vostro quadro fino alla fine e in maniera perfetta. Quando il maestro chiede al suo allievo di dipingere un quadro, lo deve dipingere bene. Il corpo è un maestro, il cuore è un maestro, anche la mente è un maestro. E quando entrerete dentro la vostra anima allora troverete Cristo, allora il vostro corpo, il vostro cuore e la vostra mente risorgeranno, sarete allora i padroni invece di essere i servi. Tutti quanti diventeranno un tutt’uno inseparabile e voi sarete forti nel mondo. Allora i vostri figli saranno non come quelli di oggi. Adesso avete tanti inquilini ed essi sono i vostri figli. Che cos’è il corpo? È una casa e gli uomini vi entrano dentro. C’è chi dice: “Mio figlio non mi conosce”, indicate il tratto fondamentale di vostro figlio. Per conoscere i vostri figli, insieme ai quali siete venuti tante altre volte sulla terra, è necessario che fra di voi ci sia una comunione, la madre si deve sacrificare per suo figlio e viceversa. Se il figlio oppure la figlia non sono pronti a sacrificarsi per i loro genitori, essi non sono figli loro. Vorrei che tutti i figli si sacrificassero per i loro padri, le figlie per le loro madri, i servi per i loro padroni, gli allievi per i loro maestri.

Quando Cristo verrà sulla Terra si verificherà il vero assetto, allora l’ordinamento sarà completamente diverso. Questo è l’insegnamento che può trasformare il mondo - trovare Cristo. Nella conferenza precedente vi ho detto che Cristo viene dall’alto come una Luce su di voi e tutti quelli che sono pronti a dare frutti, fioriranno. Mentre quelli che non sono pronti a fiorire, aspetteranno un'altra epoca. Non preoccupatevi voi tutti che non siete pronti a sacrificarvi, non preoccupatevi, perché il mondo non è mai stato così buono come lo è adesso. Mi si può dire però che adesso c’è questa guerra così grande – non fa niente, non abbiate timore, la guerra è una purificazione del mondo e degli uomini. Io la paragono a una donna che si alza la mattina presto e si mette a spazzare sollevando la polvere attorno a sé. Ella pensa di aver pulito la casa, ma quattro-cinque ore dopo ci sarà di nuovo la polvere. Io vedo che tutti i morti in guerra sono caduti dai loro cavalli, però adesso stanno meglio, non pensano più né allo zucchero, né al riso. Mi si chiederà quale sia la loro situazione lassù. Essi stanno meglio di voi e ritorneranno in vita. Voi vivrete insieme a loro e insieme a Cristo, quel Cristo che sta venendo sulla terra e vi era venuto tante altre volte. C’è chi dirà che Cristo visse sulla Terra un’unica volta. Sì, però Egli sta di nuovo arrivando, arriva per vedere in che stato si trova il Suo insegnamento, per vedere come giudicano i giudici, come vivono gli uomini e le donne fra di loro, per vedere come vivono i militari, Egli vuole vedere come vengono messe in pratica le cose. Ognuno deve trovarsi al proprio posto, perché tutto ciò è stato predisposto da Dio. E una volta stabilitasi dentro di noi l’armonia, noi sapremo che stiamo servendo Dio. Non invidiate i re, non rimpiangete i poveri, perché così fate loro un cattivo servizio. Amateli e dite loro: “Fratello, stai imparando benissimo la tua lezione, ne sono lieto”, è così che parlo io agli sfortunati. Voi invece dite: “Poverino, come trema!”. Se trema dategli una gallina da mangiare, fatelo riscaldare. Amate il mendicante e non pensate ai suoi peccati passati. Alcuni sono peccatori perché si sono trovati nelle condizioni di peccare. Ma deve star zitto colui che non ha portato a termine il proprio esame e che non ha finora avuto un’occasione per peccare, perché tutto ciò non dimostra ancora che si è retti.

Vegliate mentre state pensando e ricordate che voi non siete il cibo, che voi non siete il cuore, che voi non siete la mente. Voi sarete una Forza possente solo quando vi ergerete dentro l’anima vostra. Vorrei che tutti i bulgari comprendessero così le cose. E se viviamo così, noi saremo grandi perché Dio è il nostro maestro e noi siamo i Suoi figli.

5 Novembre 1916, Sofia

 

 

 

Share this post


Link to post
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!


Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.


Sign In Now
Sign in to follow this  
Followers 0