Sign in to follow this  
Followers 0
hristo

1938_01_21 Il cuore della Natura

1 post in this topic

 
 
 
 
 

Il cuore della Natura

 

 

 

Padre nostro.

Avete un tema? - /Sì, ce l’abbiamo./ - Qual è il tema? - /Che disegniamo un piccione./

Potete dirmi allora qual è il verbo più forte nella lingua bulgara? Yam (mangiare). Siete tutti d’accordo che è quello più forte? Allora, come è venuto in mente di chiamare “yam” questa azione? Perché l’inglese dice “eat”? In francese come si dice? “Mange”.

 

Consideriamo, per esempio, le funzioni. Che cosa ha creato il cuore nell’essere umano? Se vi viene dato un tema da sviluppare: non “come è stato creato”, ma “che cosa ha creato” il cuore. Consideriamo il cuore visibile dell’essere umano, vi sono due sistemi in esso: un sistema arterioso e un sistema venoso. Allora, a che cosa è dovuta la vostra gioia e a che cosa è dovuto il vostro cordiglio? La gioia dell’uomo è dovuta al suo sistema arterioso. Quando esso funziona correttamente, l’uomo è sempre gioioso. Quando il sistema venoso funziona correttamente, anche il cordiglio è al suo posto. Quando il sistema venoso si riempie di sangue, l’essere umano acquisisce sempre un umore pessimistico. Di conseguenza, perché esistono i cordogli? Hai una merce non venduta. La merce che hai mandato in vendita ritorna non venduta. Nasce una crisi organica dentro. Nasce una tale crisi, come nasce sul mercato, e conseguentemente tutte le banche che hanno da dare e prendere si trovano in una situazione di difficoltà, non esiste un mercato per la merce. Affinché ci sia il mercato, come bisogna realizzare il mercato per la gioia? La gioia è una merce che viene venduta, la comprano ovunque. Ora voi avete un concetto diverso sulla gioia. Come vi immaginate la gioia? La gioia è uno stato, ma a che cosa è dovuta la vostra gioia? Voi pensate in modo molto ideale a voi stessi. Rappresentatemi una gioia ideale in cui non vi è alcun oggetto materiale. Dite: “La gioia è qualcosa di ideale.” Nel mondo ideale vi sono le cause, l’impulso, è dove cominciano le cose. Il mondo reale prende materiale dal mondo ideale, dove le cose sono pensate; nel mondo reale esse si manifestano. Ciò che è stato pensato nel mondo ideale è stato incarnato nel mondo ideale ed è stato manifestato nel mondo materiale. Dunque, il mondo materiale è una manifestazione di ciò che è ideale più ciò che è reale. La manifestazione di questi due mondi è nel mondo materiale.

 

Immaginatevi ora una vostra idea. Dite: “Sono molto gioioso.” Perché? Hai superato l’esame, sei gioioso; non hai superato l’esame, non sei gioioso. Il commerciante ha realizzato un giro d’affari, è gioioso. Il violinista suona al violino, è gioioso. Sei un matematico, risolvi un problema astratto, escludi uno zero, ti rallegri. L’esercizio è risolto. Che cosa hai guadagnato? Uno zero, ma l’esercizio è risolto. Ti rallegri per uno zero. Lo zero è un uovo che può essere covato. L’uovo è potente. Dite: “Uno zero è niente.” È niente quando l’essere umano non può covarlo; ma, una volta covato, lo zero contiene una forza magica. Vi darei un compito. State seduti, non avete la mente concentrata, non avete una buona predisposizione

cuorenatura1.jpg(Fig.1)

Cominciate a scrivere così (Fig.1). Non avete ancora la predisposizione. È una firma. Qualcuno mette la sua firma disegnando alcune uova. Questa persona cova qualche idea. Dall’alto fa passare un’idea, dal basso fa passare un’altra idea, sono due idee. È una Legge. Muovendovi il vostro stato cambierà.

 

cuorenatura2.jpg(Fig.2)

Se scrivete questi zero in modo ideale, disegnandoli così, avrete un risultato. Come sono le celle delle api? Quale forma hanno? Sono degli esagoni. Come è venuto in mente alle api di fare queste celle? Hanno la resistenza più piccola. Non pensate che l’ape sia stupida. Non è stupida. L’ape ha una testa abbastanza grande rispetto al suo corpo. Un’ape si intende di chimica. Capisce abbastanza anche di igiene. L’ape comprende anche il tempo, capisce la meteorologia. E poi le api mantengono un calore ideale. Le api per prime formarono i ventagli con cui le signore si rinfrescano quando hanno caldo. Creano freschezza con le loro ali. A volte la vita delle api ci sembra ridicola. Sapete quante persone erudite hanno lavorato fino a creare queste api capaci di lavorare? Ora, a volte le forme di alcuni esseri vi sembrano strane. Come è nata questa forma? Immaginatevi qualche mammifero contemporaneo che non ha un’idea sull’essere umano. Se esso comincia a studiarlo mentre vola con i propri aeroplani, producendo quel rumore, quale idea si creerà sull’essere umano? Il mammifero dirà che l’essere umano ha una coda, ha delle ali e ha solo due gambe con delle ruote che girano. È un essere umano? Dunque dico: nelle api avete un essere ragionevole con la forma di un aeroplano che per la propria comodità entra nell’aeroplano e si muove con esso. Questo essere è ragionevole. Entra in questo piccolo aeroplano, si accontenta di poco. L’ape ha un radio apparato. Dopo aver trovato un fiore, fa una trasmissione con la radio, fa un certo movimento. Trasmette da lontano via radio. Gli alveari delle api hanno degli apparati. Se vi troverete in una situazione di difficoltà, se passate attraverso un grande dolore, una sofferenza, tutti i capelli della vostra testa si trasformeranno in apparati per ricevere. Ogni singolo capello  riceverà molte cose. Da ogni singolo capello scorreranno le idee e tu ti spaventerai dentro di te. I capelli sono degli apparati. In Natura, per far pensare le persone erudite spogliano le loro teste. Perché, se non cadessero i capelli, non nascerebbero così tante idee. Lasciano il minor numero possibile di capelli perché altrimenti le idee non potrebbero lavorare. Dico: i capelli  costituiscono una condizione. Quando il cuore funziona bene, i capelli stanno bene. Quando il cuore funziona male, i capelli stanno male. Tra i capelli e il cuore esiste una certa relazione. Poi, considerate che tutti questi capelli hanno un sistema nervoso. Ogni piccola radice in Natura, ogni piccolo pelo, tutto è ragionevole. Ogni pelo ha certe radici.

 

Voi non potete trasformare il vostro carattere se non trasformate i vostri capelli. Avete qualche difetto ereditario. Voi non potete combattere questo difetto se non risolvete la questione dei vostri capelli. Per esempio, finora avete parlato della forza del pensiero umano, ma non avete fatto esperimenti per capire in che cosa consiste la sua forza. In una sera, con il tuo pensiero, puoi annerire tutti i tuoi capelli. Con un pensiero puoi rendere i tuoi capelli bianchi. In una sera puoi rendere i tuoi capelli neri, arancioni, del colore che vuoi. Se vuoi, puoi colorare di verde i tuoi capelli. Perché in una notte i capelli dell’uomo possono diventare bianchi per paura.

 

A un signore piaceva bere. Era una persona erudita, ma aveva la debolezza di bere. Una sera supera un grande abisso passando su una trave. Mentre passava era ubriaco e superò bene l’abisso. Il giorno dopo, in stato di sobrietà, vede da dove era passato e i suoi capelli subito sono diventati bianchi. Passando da tale posto pericoloso, come è riuscito a non cadere e a non farsi male? Ha smesso di bere, ma i suoi capelli sono diventati bianchi. Come nasce questo sentimento in lui? Qualcosa lo stimola. Se qualcosa può stimolare il vostro cuore con una grande gioia, i vostri capelli diventeranno subito neri. Ma la gioia è già legata non al sistema venoso bensì al sistema arterioso. Dunque, ogni piccola gioia migliora il sistema arterioso, ogni piccolo cordoglio migliora il sistema venoso. Quando il sistema venoso migliora, si va nei guai dal punto di vista finanziario, non vi è giro d’affari, l’uomo è in difficoltà dal punto di vista materiale. Vi è tanta merce ma non vi è mercato. Considerate il caso in cui una persona ingrassa. Questa ricchezza non è più necessaria. Vi sono delle persone che cominciano a fare digiuno, mangiano poco, si verifica uno stato particolare, un accumulo di sostanze all’esterno.

Voi studiate ora la vita contemporanea e trovate che alcune persone sono molto cattive. In che cosa consiste la cattiveria di una persona? Se questa persona ha una larghezza della testa di 16 centimetri o più, se il diametro del cervello è di 20 centimetri, sapete quale può essere il rapporto? Una tale persona non potete deviarla dai suoi binari, da ciò che ha deciso di fare, neanche con nove paia di buoi. Alcune persone non hanno stabilità, non possono resistere, mentre altre resistono. Colui che resiste a una situazione di attacco ha una testa larga. I cavalleggieri hanno delle teste lunghe e strette. Attaccano e si ritirano. Assomigliano a un falco che prende e parte. Dico: dal punto di vista morale, sul campo fisico, in questa persona nascerà la vendetta. Se decidi di spingerla, se in lei sono sviluppati i sentimenti personali, qual è la linea della sua testa? Se in lei sono sviluppati i sentimenti personali, ti perseguirà fino a nove generazioni, assomiglia a un albanese. Gli albanesi sono vendicativi, non perdonano. Se sei nemico di un albanese e capiti in casa sua, lui ti ospiterà bene, dopo di che ti accompagnerà e dirà: “Guardati bene, ti perseguiterò, d’ora in poi non sei mio ospite.”

In una famiglia vi è un testamento. Qualcuno è offeso e non può non vendicarsi. Dite: “Se una persona ha un’idea in cui crede, è pronta a diventare anche un martire; non è una persona che potete spaventare, resiste in ogni situazione.” Dico: modellate la vostra testa nelle attuali condizioni. Nell’auto-educazione dovete sapere che cosa modellare per prima cosa. Voi pensate che tutto in voi sia in ordine. La testa umana necessita di molta modellazione. A volte, quando vado a un concerto, guardo la società musicale e mi piace, hanno delle teste costruite molto bene. Vi sono alcune teste con certi difetti dal punto di vista musicale, ma in generale si nota che le loro teste sono belle. Il numero di teste con difetti è più alto nelle persone religiose. Perché? Per amore. In generale, i sentimenti danno un allargamento della testa. I sentimenti danno il materiale, ma è necessario anche un pensiero. È il pensiero che costruisce le forme belle. Vedo le teste che sono create dal cuore. La Natura ha un cuore. Il cuore del piccione ha creato la sua testa. Lo considerano come un simbolo, ma non so quale testa scientifica il piccione abbia. Il piccione ha un bel tratto. A volte mi meraviglio: come è possibile che sia rimasto vegetariano, con tutte le cattive condizioni in cui si trovavano gli animali? Come è riuscito a trovare solo cibo di frutti per nutrirsi? Come è riuscito a non iniziare a catturare mosche in giro, ma a nutrirsi solo di grani? Il piccione è dentro la testa umana. Se qualcuno di voi si fermasse a studiare la testa del piccione, che cosa scoprirebbe? In che cosa si distingue dalle altre teste? Dico: il cuore ha creato la parola; è il cuore che ha dato uno stimolo alla parola e al discorso. Il cuore ha servito affinché si formasse il discorso umano, mentre le forme di questo discorso sono dovute alla mente umana. Anche il volto che ha una persona è dovuto alla mente. Più armoniche sono le linee di forza del cuore e della mente, più queste ultime si incontrano sul volto. Il cuore umano è presentato solo nelle ali del naso, nelle narici.

 

E dunque dico: in Natura esiste un cuore. Nel Sole vi è una mente. Nell’Universo vi è un’anima. E nell’Eternità vi è uno spirito. Sopra tutto ciò vi è un Dio che è sconosciuto. Lui si manifesta tramite essi. Che cosa si intende dicendo che nella Natura esiste un cuore? Tu nasci, la Natura ti ha creato. La Natura ha creato un vaso, vede che non serve a nulla, lo schiaccia e ne nasce un altro. Di nuovo non è bello, lo schiaccia di nuovo. La Natura non è altro che un costruttore che modella. Schiaccia ciò che non le piace. Coloro che non comprendono dicono: “Ma come, non ha un cuore?”. Il cuore invece è proprio dentro di Essa, vuole fare qualcosa sempre più bello. Ora voi dite: “Perché ci ha creati, allora?”. Il Sole ha una mente. Dunque: la Terra schiaccia le persone, il Sole le modella. Ciò che è ragionevole nel mondo, invece, è l’Universo. L’Universo rappresenta le Leggi sociali secondo cui devi vivere. Tutta l’Umanità costituisce un Universo di anime. Esiste anche uno spirito, è la forza che indica con che cosa si crea. L’Eternità ha uno spirito.

 

Dico: quando volete avere uno spirito forte, appoggiatevi a esso. A volte la scienza occulta dice: “Lo spirito.” Per diventare spirito, dirai: “Esiste uno spirito nell’Eternità.” Vuoi un’anima, diventa forte e dì: “Nell’Universo esiste un’anima.” Vuoi una mente, dì: “Nel Sole vi è una mente.” Vuoi un cuore, dirai: “Nella Natura esiste un cuore. Io sono uno studente, qualsiasi sia l’esame, lo supererò.” Dirai: “Nella Natura esiste un cuore. Quando mi appoggio a questo cuore, tutto si realizza.” Quando si tratta della mente, dirai: “Nel Sole vi è una mente. Quando mi appoggio a questa mente, non esiste nulla che il Sola non possa risolvere.” Pensate che il Sole, dopo aver partorito così tanti bambini, i miliardi di esseri creati sulla Terra, non risolverà un problema? Alla fine dico: esiste un essere, un Dio che nessuno sa quale sia, senza limiti; ma, attraverso questo spirito Eterno, attraverso l’anima dell’Universo, attraverso la mente del Sole e attraverso il cuore della Natura, Egli si manifesta sempre. Lui diventa accessibile tramite loro. Il cuore della Natura interpreta qualcosa. Che cosa si manifesta dal cuore della Natura, noi non lo sappiamo. Che cosa si manifesta dalla mente del Sole, non lo sappiamo. Che cosa si manifesta dall’anima dell’Universo, non sappiamo nemmeno questo.  Che cosa si manifesta anche dallo spirito dell’Eternità, neppure questo lo sappiamo. Ora voi pretendete di sapere come agisce. Vi considerate grandi autorità. Tutte le persone dicono così: “Perché Dio fece il mondo in questo modo?”, ma poi pretendono di saperlo. È la più grande galimazia, non vi è alcuna filosofia. Uno non sa nulla del cuore della Natura, non sa nulla della mente del Sole, non sa nulla dell’anima dell’Universo e non sa nulla dello spirito dell’Eternità, ma chiede di Chi non c’entra nulla. Lui, l’Eterno, non ha alcun rapporto, Lui non si interessa nemmeno a un essere sulla Terra. Per Lui un popolo non vale nulla. Neppure l’intera Umanità vale qualcosa. Essi cominciano a valere nella misura in cui il cuore della Natura, la mente del Sole, l’anima dell’Universo e lo spirito dell’Eternità possono raccomandarli. La loro raccomandazione per una data persona è importante. Se loro quattro dicono qualcosa su di te, Lui si interesserà, e se questi quattro dicono qualcosa di un popolo, Lui si interesserà; ma se loro non dicono nulla, quel popolo non vale niente. A volte voi chiedete: “Perché il Signore ha creato il mondo in questo modo?”. Voi non seguite la Via di ciò che è ragionevole. Chiedete il cuore della Natura, chiedete la mente del Sole, chiedete l’anima dell’Universo, chiedete lo spirito dell’Eternità e allora essi getteranno una certa luce nella vostra mente. Io porrei la questione matematicamente, a uno che chiede se il Signore esiste o meno. Ponete a un matematico, a una persona erudita la domanda: “Qual è il centro dell’Universo, qual è il centro materiale di tutto l’Universo?”. Se il nostro sistema solare ha un centro, se tutti gli altri sistemi hanno un moto eterno, in quale direzione va questo moto, dove è il suo centro comune, il centro comune del moto? Voi non avete mai pensato a esso. Ora noi studiamo delle cose di cui non sappiamo nulla. Noi abbiamo lavorato. Nell’ignoranza l’essere umano lavora. In noi il cuore della Natura lavora, la mente del Sole lavora, l’anima dell’Universo lavora e lo spirito dell’Eternità lavora. Quando la nostra coscienza si risveglia, allora noi cominciamo a studiare quello di cui si occupano loro. Queste cose sono incomprensibili.

 

Vi chiedo ora: qual è la relazione tra uno ione che si trova nel cervello umano con le riflessioni umane? Che cosa compie uno ione, che cosa compie una molecola e, infine, quale funzioni svolge una cellula? Una cellula di per sé è un intero mondo. Dunque dico: voi avete dato a voi stessi un grande valore. Tutto l’errore delle persone consiste nell’essersi date un prezzo più grande di quello che effettivamente valgono. Per esempio, voi volete superare un esame all’università. Io direi: “Io voglio superare bene l’esame all’università affinché l’Umanità vada avanti. Perché, se non lo supero, tutta l’Umanità non avrà fortuna. Se lo supero bene, tutta l’Umanità andrà bene.” Se vi chiedono: “Perché vuoi diventare ricco?”, che cosa direte? Io dirò: “Io voglio diventare ricco affinché le persone vadano avanti.” Se mi chiedete: “Perché vuoi essere buono?”, dirò: “Se non sono buono, tutta l’Umanità non andrà avanti.” Ora io voglio studenti di questo genere. Vi dico quest’anno che cos’è lo studente. Non trarrò una conclusione sul vostro stato attuale. L’anno 1938 esige che operiate con il cuore della Natura, che operiate con la mente del Sole, che operiate con l’anima dell’Universo e che operiate con lo spirito dell’Eternità e il Dio manifestato che si manifesta tramite loro. Allora lo studente è a posto e può diventare ciò che vuole. L’uomo attuale è un vecchio aeroplano: lo venderete. I vecchi aeroplani vanno venduti. Ciò che avete l’avete realizzato ora, le future realizzazioni che avete in mente possono essere raggiunte solo in questa maniera. Considerate l’epoca in cui l’Umanità si trovava nella materia densa: le persone avevano degli Dei simili a loro. Facevano idoli di legno, di pietra, d’oro, d’argento, cadevano davanti a essi e si inchinavano affinché essi li aiutassero. Queste erano le loro comprensioni. Oppure, formarono un sistema in cui le persone contavano su se stesse. Quando una persona aveva paura ne chiamava un’altra. Una persona è armata, ma ha paura di camminare da sola. Anche le due persone hanno paura, allora chiamano una terza persona. Le tre persone hanno paura, chiamano una quarta persona, formano un gruppo di 5-10 persone. A seguire, proseguendo aumentano. Più le persone hanno paura, più aumentano e si riuniscono. Un popolo si è formato per paura. Alcuni milioni di persone riuniscono le loro forze per aiutarsi. Non considerate la paura come qualcosa di particolare. La paura è una previsione delle future fatiche che nascono. Una persona non può risolvere la questione da sola, sono necessarie 10, 100, 1000, alcuni milioni di persone per coordinarsi. Esiste la stessa Legge nella testa umana, nel cuore umano, nei muscoli: ovunque le cellule umane si coordinano secondo le stesse regole. Dico: avete nuove regole, ricavatele. Esiste una morale, esiste una scienza che deve essere ricavata dall’organismo umano.

 

Ora, alcuni di voi sono musicali: come cantereste “Esiste un cuore nella Natura”? Possiamo allungarlo: “Esiste un cuore nella Natura dal quale sorgono acque pure; chi beve di questa acqua, acquisisce la vita.” Chiedo: come canterete “Esiste un cuore”? È uno stimolo, vi è un movimento. “Esiste un cuore”, dunque il cuore è la prima via dalla quale l’essere umano può cominciare il proprio cammino nel mondo. Che cos’è la mente? È la seconda via dalla quale l’essere umano può cominciare il suo cammino. Che cos’è l’anima? È la terza via. Che cos’è lo spirito? È la quarta via. Di conseguenza, la via del cuore è tutto un intero mondo. Sono delle Leggi, degli esseri organizzati. Non pensate che il cuore sia qualcosa di disorganizzato. È un mondo bello. Di per sé, voi avete una determinata funzione in questo mondo. Se in voi non si manifesta la mente, voi comincerete ad assomigliare a un piccolo piccione, a un’aquila: penserete solo al mangiare, tutto il giorno volerete in aria, camminerete, tuberete. Farete un nido in qualche posto, coverete delle uova, nasceranno gli uccelli, ricomincerete a volare, ritornerete. Nessuna letteratura, nessuna poesia, nessuna musica, nessuna ragione, solo tubare. Il piccione ha una certa musica. Come tubano i piccioni?

 

Dovete sapere che tutto ciò che avviene nella Natura è ragionevole. Se non comprendete le cose, vi illuderete. Io ho fatto alcune osservazioni: anche nel mondo vegetale esiste riconoscenza. Potete fare un esperimento: irrigate 10, 15, 20 volte d’estate -quando il tempo è secco- un pero che dà un buon frutto. Quando i frutti matureranno, avvicinandovi noterete che qualche frutto si staccherà e cadrà per terra. Questo albero riconosce già che tu gli hai fatto un favore. Il frutto cadrà staccandosi. Poi noterete un’altra cosa: ci va un’altra persona, tira vento e il frutto non si stacca. Il vento ha uno scopo completamente diverso. Nella Natura vi è una Legge secondo cui quando qualche albero ha tanti frutti, quando vi sono 100, 200, 300, 400, 500 frutti su un pero che voi avete irrigato, avvicinandovi due-tre pere cadranno. Se vi va un’altra persona che non l’ha irrigato, essi non cadono. Lui non può prenderne. Se voi vi andate, non dovrete nemmeno coglierli, cadranno subito. Questo essere che vive nel pero è ragionevole. Ripaga per un favore che gli avete fatto. Ora potete considerare queste cose come non ortodosse dicendo: “Nel però vi è un essere ragionevole.” Sono delle cose sacre. È un’espressione che indica l’esistenza di un legame intimo che il cuore della Natura ha messo tra tutti gli animali e l’essere umano, un legame interno. Se strappate questo legame, verrà la morte. Chiunque lo strappa muore subito.

Il cuore della Natura mantiene la Vita. Se strappate questo legame della Natura, la morte ne conseguirà subito. Dico: la vita lunga è dovuta al cuore della Natura. Se strappate il secondo legame, quello con la mente del Sole, subito verrà la follia. Di conseguenza, la Legge è: dovete mantenere un legame con il cuore della Natura e con la mente del Sole. Questo legame deve essere mantenuto. Esiste anche un terzo legame, con l’anima di tutto l’Universo. Se voi strappate questo legame allora vengono tutti gli infortuni, i dolori e il cordiglio, tanti che non vi sognereste nemmeno. La persona che vuole essere felice deve mantenere questo legame della sua anima. Le persone religiose dichiarano di credere in Dio, in spiriti, in angeli, in guide, ma esiste un principio. Il primo legame con il quale dovete essere legati è il cuore della Natura. Il vostro cuore, il cuore umano, pulsa approssimativamente secondo il polso della Natura. Sono dei movimenti ben misurati. Se in alcune persone i battiti del cuore differiscono, ciò è dovuto alla densità (della materia): come è organizzata la persona umana, così sono anche i battiti. Esistono dei rapporti matematici dei battiti: quando i battiti aumentano o diminuiscono, ciò è dovuto a dei legami interni dell’organizzazione. Dico: dovete avere un cuore che sia concepibile per voi. Il cuore della Natura, il cuore delle persone e degli altri animali sono legati. Attraverso il cuore della Natura voi entrerete in un contatto comune. Quando vogliamo applicare l’amore, amare tutte le persone, dobbiamo collegarci al cuore della Natura. Finché tu lavori solo con il tuo proprio cuore, il tuo amore sarà limitato. Questo è escluso in un insegnamento che insegna amore verso tutte le persone. Le persone non possono amarsi. Come le amerai? Il desiderio di diventare ricchi ha contaminato tutta l’Umanità. Vuoi diventare ricco, è il cuore della Natura, è per il beneficio di tutta l’Umanità. Ora vuoi essere ricco per te stesso. Immaginatevi ora di studiare la biologia dell’organismo umano. Il cuore che avete nel vostro organismo è un emblema, è una simbolo del cuore della Natura. Ogni singola cellula nel vostro organismo, anche’essa ha un cuore. Ogni cellula ha un cuore. Di conseguenza, i cuori delle cellule giovani sono legati con il cuore comune. Essi pulsano secondo questo cuore. Quando questo cuore non funziona correttamente secondo l’organismo comune, tutto il corpo soffre. Quando tu riconosci il cuore della Natura, tutto l’organismo funziona correttamente. Finché riconosci il cuore della Natura, tu puoi curarti. Se non riconosci il cuore della Natura, allora tutto in te diventa anomalia. L’anomalia significa che tu vìoli il legame con la Natura; allora non vi è qualcuno che possa correggere l’errore della Natura. La Natura che corregge gli errori è in noi. Per esempio, se ti fai male, allora il cuore della Natura e le sue cellule si applicano affinché questa ferita cicatrizzi. Dopo alcuni giorni tutto è passato.

 

Ora vediamo, che cosa avete capito? Queste due linee sono due legami. Il cuore, così come l’hanno fatto, non pensa. Dite: “Prendi questa brocca e portala!”. Lui la porta. “Mangia!”. Mangerà. “Mettiti a dormire!”. Si mette e dorme. “Alzati!”. Si alza. “Esci a fare una passeggiata!”. Esce. Il cuore non chiede perché succedono le cose. Il cuore non si preoccupa del perché ha preso un voto alto o un voto basso, questo non lo interessa, non si preoccupa. Quale sia la sua posizione sociale, non gli interessa. Non esiste preoccupazione in lui perché considera il cuore comune della Natura, che è ragionevole. Tu sei al posto della mente del cuore, cominci a pensare. Dite che il cuore deve essere buono, deve avere certe qualità. Ma nel cuore ragionevole partecipa già la mente.

 

Ora, io vedo una fatica. Io tratto una questione, ma non come una persona anziana che ha perso i suoi denti. Io le dò pere e mele, delle cose buone da mangiare. Dice: “Perché non c’eri quando ero giovane.” Deve schiacciarle nel mortaio e farne una pappa. Il nuovo insegnamento esige dei denti molto solidi. Ciò che chiamano una mente analitica. La mente analitica, questo sono i denti solidi. Si chiede salute. Che cosa hai da criticare se non hai i denti sani?

 

Se prendete il rapporto di queste linee -la larghezza della testa umana e la sua lunghezza- e fate una ricerca, troverete il rapporto tra questi due diametri. Prendendo la lunghezza del cervello umano e la sua larghezza e confrontando queste linee in tutte le teste, troverete un rapporto, ovvero una proporzione geometrica. Vedrete in quale ordine sono ordinati i cervelli.  Vedrete già quale ragionevolezza esiste, quale rapporto corretto esiste. Dunque, non è casuale. In questo caso è importante la larghezza e la lunghezza della testa umana. Perché, se prendete la bellezza dell’essere umano, vedrete che l’unica cosa che dà bellezza all’essere umano è il nuovo elemento. Se tagliate la testa dell’essere umano, il corpo non è bello. Se tagliate la testa, il corpo non è una bella figura. La testa posta sul corpo attribuisce qualcosa di particolare. La testa è una misura Divina. La testa dell’uomo indica la misura con cui si misura. La faccia sta circa dieci volte nell’altezza del corpo. Per esempio, se la larghezza della faccia è di 16 centimetri e la lunghezza 19 centimetri, quale deve essere l’altezza? Alcune facce sono allungate, altre sono più corte. Avete 5 centimetri sulla fronte, 5 centimetri sul naso, 5 centimetri sul mento: allora, avrete un’altezza di 1 metro e 50 centimetri, affinché la testa stia dieci volte nell’altezza del corpo. Se la lunghezza della faccia è di 16 centimetri, l’altezza totale del corpo sarà 1 metro e 60 centimetri. Se è di 17 centimetri, sarà 1 metro e 70 centimetri. Se è di 18 centimetri, sarà 1 metro e 80 centimetri. Se è di 19 centimetri, sarà 1 metro e 90 centimetri. Dunque, le persone belle hanno una proporzione corretta nella struttura del loro corpo. È necessaria una proporzione tra la faccia e il corpo. La bellezza di un corpo è dovuta alla proporzione Divina. Tutto quanto detto non vi servirà.

 

Dunque dico: quando giungete alle sofferenze insopportabili, ricordatevi del cuore della Natura. Se la linea del naso è dritta, ciò indica che la mente agisce. Se si studia il carattere da questo punto di vista, si può dare una direzione completamente diversa al carattere umano. Se nel futuro una persona si educa in questo modo, se esistono certe proporzionalità, può facilmente misurarsi.

 

Dal punto di vista astrologico, poiché è coinvolta la Luna, l’essere umano ha la propensione a esagerare. Dice che qualcosa gli fa male, dice: “Il dolore è insopportabile.” Invece lui lo sopporta. Allora è sopportabile. Quando il dolore è insopportabile, l’uomo perde la coscienza. Dice che è insopportabile; ma mentre lui è in coscienza, lo sopporta. Dunque, è sopportabile. Quando il dolore è insopportabile, lui perde la coscienza. La Natura separa la coscienza, separa questa sensibilità della coscienza affinché non soffra più. Quando si sveglia, il dolore ricomincia. Nonostante la nostra furberia, la Natura è più intelligente. È risultato che nel caso dei mezzi narcotici, quando fanno un’operazione e anestetizzano con cocaina, dopo la fine dell’influsso della cocaina il dolore aumenta. Se l’operazione viene fatta senza cocaina, il dolore passa più facilmente. Se un’operazione è fatta con cocaina, esso passa due volte più difficilmente. Dunque, devi passare attraverso una data sofferenza, poiché agisce in modo educativo, importa qualcosa di nuovo nel tuo organismo. Se resisti, le sofferenze portano un nuovo elemento. Le sofferenze non sono qualcosa di casuale. Sono un beneficio fintanto che la sofferenza mantiene un’energia che sarà un vostro beneficio. Non pensate che se siete ricchi eviterete le sofferenze. Neanche essendo poveri potrete evitarle. Neanche il povero può evitare la sofferenza. La povertà porta una benedizione, è un altro tipo di ricchezza. Tutti i poveri sono delle persone buone. Se cerchi persone buone, cercale tra i poveri. Se cerchi persone ricche, cercale tra gli intelligenti. Le persone ricche sono intelligenti. Se cerchi una persona ricca, se è una persona ricca, vedrai le caratteristiche della sua testa, è una persona erudita. Colui, invece, che si è impoverito è diventato povero per bontà. Perché il bene non si acquisisce tramite ricchezza. Il povero è più forte del ricco perché il povero, dopo essere diventato ricco, è più intelligente del ricco in quanto sa che cos’è la povertà. Dopo essere diventato povero, il ricco non può sopportare la povertà, si suicida. Quando il povero diventa ricco, il suo cuore si apre, diventa generoso. Perciò dobbiamo avere delle persone che da povere sono diventati ricche. Le persone povere sono intelligenti. La persona povera non si indigna.

 

Quando viene una grande sofferenza, rimanga in voi il compito di cercare di collegarvi al cuore della Natura. Dite: “Esiste un cuore nella Natura”, cominciate a pensare a questo cuore. Guardate che cosa succederà con il dolore che sentivate. Immaginate un cuore che comprende, è il cuore della Natura che sente i dolori di tutti. Pensate a questo cuore, è ragionevole. Se non lo pensate, la vostra situazione non migliorerà.

 

Sarete assolutamente silenziosi come dei pesci, non parlerete del cuore della Natura. Dopo aver fatto un esperimento, direte che è vero. Perché, altrimenti, potete dire alcune cose che non sono vere. Alcuni dicono: “Esiste un cuore nella Natura, esso si prenderà cura di noi.” Questo cuore si prende cura solo se glielo chiedi. Finché il bambino si muove, vive, la madre si prende cura di lui. Se muore, non se ne prende cura. Finché ti rallegri nella sofferenza, tu sei in contatto con la Natura. Quando soffri, tu sei legato con la Natura. Rallegratevi di essere legati anche nelle gioie. Le sofferenze e le gioie sono dei legami con la Natura. Se non volete né gioie né dolori, voi non potete funzionare.

 

Abbiate ora un’idea chiara. Il dolore è un legame con la Natura, esso vi servirà, vi darà un beneficio, vi libererà dalla sofferenza. Non dategli da fare, esso farà meglio di quanto pensate. E anche quando siete gioiosi, sappiate che siete sempre collegati. Voi perdete spesso la vostra gioia. Tu guardi e vedi che dopo un’ora la gioia è scomparsa. La gioia cade come una pietra preziosa. Una piccola gioia è come una pietra preziosa, deve essere conservata. Solo il cuore della Natura può conservarla. Di conseguenza, potete trasformare i dolori nel cuore della Natura, mentre potete conservare le gioie. Ora vi rispondo alla domanda: “Perché ho perso la mia gioia, perché è venuto il dolore?”. Il dolore è venuto affinché comprendiate il cuore della Natura. La vostra gioia è venuta affinché vi interessiate, affinché conserviate per un tempo più lungo la gioia. Anche il dolore viene per poco.

 

 

Solo la Via chiara della Saggezza porta alla Verità. Nella Verità è nascosta la Vita!

 

 

Se vi chiedono di che cosa tratta la lezione di oggi, risponderete in maniera scientifica: esiste un cuore nella Natura. Se qualcuno è pronto a fare un esperimento, allora il cuore della Natura e la mente del Sole si interessano a noi. Esiste un cuore che si interessa a noi e che può trasformare le nostre sofferenze e conservare le nostre gioie.

 

XVII lezione della Classe occulta speciale

tenuta dal Maestro

il 21 gennaio 1938, venerdì, alle ore 5

a Sofia - Izgrev

Share this post


Link to post
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!


Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.


Sign In Now
Sign in to follow this  
Followers 0