Sign in to follow this  
Followers 0
hristo

1915_06_20 La tentazione

1 post in this topic

 
 

La tentazione

 

 

 

 

 

      “Il tentatore allora gli si accostò e gli disse: «Se sei Figlio di Dio, dì che questi sassi diventino pane... Allora il diavolo lo lasciò ed ecco angeli gli si accostarono e lo servirono.” (Matteo 4, 3-11) 

 

 

        Prenderò i versi dal terzo all’undicesimo in cui si parla della tentazione.

        Molti di voi hanno letto questo capitolo e hanno riflettuto sulle tre tentazioni. A prima vista sembra che le tentazioni che offre il diavolo siamo molto semplici. Ma in queste tre tentazioni vi è una triplice idea, cioè nel Vangelo non viene presentata la caduta. La grande verità nascosta nelle tre tentazioni è un enigma. Perché proprio il diavolo doveva chiedere a Cristo di trasformare i sassi in pane? Questi sono tre momenti psicologici nella vita di ogni persona. Ognuno di voi passerà attraverso tutto ciò che Cristo ha vissuto nelle tentazioni. Alcuni non sono ancora arrivati a questo stadio, ma verrà il giorno in cui vi passeranno. Perciò dovete tener presente in modo chiaro le fatiche che incontrerete.

 

        Non pensate che sia facile acquisire l’immortalità. Chi predica un tale insegnamento, non predica la verità. Quando parliamo dell’immortalità, del compimento della volontà di Dio, noi intendiamo un’altra cosa. Di conseguenza, dovete capire queste tre grandi cadute di ogni anima.

 

        Il diavolo dice a Cristo: “Se sei Figlio di Dio, dì che questi sassi diventino pane.” La parola “se” presuppone una condizione. “Se sei Figlio di Dio...” Ma vi sarebbe stato qualcosa di errato, se Cristo avesse potuto trasformare i sassi in farina? La tentazione per il diavolo era di vedere come Cristo avrebbe trasformato un sasso in una pianta. Ma Cristo, che comprendeva molto bene le leggi di Dio, sapeva che ogni cosa ha una propria funzione, cioè che i sassi hanno una propria funzione. Ora non mi soffermerò sulla parte esoterica. Un giorno quando raggiungerete lo stato di essere puri di mente e di cuore, solo allora vi verrà rivelata la verità. Ciascuna vostra prova indica quanto siete puri...

 

        Sapete che cosa sarebbe successo se avesse ceduto alla tentazione? Il diavolo compare in un momento in cui Cristo è debole e dice: “Ecco un’occasione, se sei Figlio di Dio, puoi applicare queste conoscenze e queste leggi.” Però Cristo gli risponde: “Non di solo pane vivrà l’uomo, ma di ogni parola che esce dalla bocca di Dio.” Questi sassi sono degli spiriti peccatori, delle persone cadute, in loro è nascosto il diavolo. Se Cristo avesse provato a trasformare i sassi in pane.... lo sapete che cosa significa trasformare uno spirito cattivo in pane? Cristo dice: “Se una persona assume la Parola di Dio...”, questo ha un significato pratico, ognuno di voi si applica nel trasformare i sassi in pane. Alcuni dicono: “Perché il pane non cresce come una pianta in modo che non sia necessario impastarlo?” In Germania e in Inghilterra cercano di inventare un metodo con cui trasformare le sostanze non organiche in sostanze organiche, ma se la scienza contemporanea fosse caduta in questa deviazione, si sarebbe realizzata la più grande perversione. Ciò che salva le persone contemporanee é la fatica ed il lavoro e se i sassi potessero essere trasformati in pane, tutti vi dedichereste a fare baldoria. Io so che spesso le persone vogliono trasformare i sassi in pane. Per esempio, incontrate una persona cattiva, depravata di mente e di cuore e dite: “Perché non possiamo trasformare questo sasso in pane?” Ma se lo trasformaste, questa persona non si correggerebbe. Alcuni dicono: “È una persona depravata, sposiamola per correggerla.”, questo non è consentito. Cristo dice: “Voi siete pietre vive”, ma vi sono anche delle pietre morte. Di conseguenza, una ragazza che comprende le leggi, non deve mai sposare un peccatore o viceversa, una donna depravata sposando un uomo. Che cosa ne verrà fuori? Nasceranno delinquenti nel mondo. Questa è la prima lezione che il diavolo insegna a Cristo: a trasformare questi sassi in pane, cioè a dedicarsi al piacere. Cristo dice che le persone si correggono solo quando il loro cuore assume la Parola di Dio.

        Ora qualcuno dice: “Tu vieni a correggere il mondo,avrai dei seguaci.” Sì, ci saranno dei seguaci depravati, ma così il mondo non si correggerà. Il mondo si correggerà con ogni Parola che esce dalla bocca di Dio. E quando l’anima umana l’assumerà, sarà viva.

 

        Ovviamente, questo principio riguarda anche un’altra cosa: per esempio il mangiare che è uno dei processi inferiori nel mondo. Il mangiare è un importante processo nel mondo. Sapete invece quante forze sono nascoste nei sassi, sapete che cosa è nascosto in queste bottigliette? Cristo dice: “Ha diritto di aprire queste bottigliette chi può uscire dalla bocca di Dio.” Spesso sento le persone dire: “Perché Dio non mi ha dato una tale forza, con cui correggere il mondo?” Questo assomiglia a quella regina che disse a suo marito: “Fammi governare tre giorni per correggere il mondo.” Regnò per tre giorni e sapete quale è la prima cosa che fece? Per prima cosa impiccò il marito. Coloro che interpretano le Scritture dicono che con la prima tentazione il diavolo provò se Cristo avesse paura della fame. Ma Cristo dice: “Per me è indifferente se i sassi diventano pane o meno, Io ho un cibo che mi viene sempre dato da lassù.”

 

        Più avanti il diavolo Lo porta sul pinnacolo del tempio e gli dice: “Se sei Figlio di Dio, gettati giù”. A prima vista è una tentazione molto lampante, ma in essa si cela un’altra cosa: questo tempio è l’uomo che sta al posto più alto nella testa e riflette su come ordinare le cose Divine. E il diavolo gli dice: “Scendi giù dai tuoi sudditi e comincia a vivere come loro, scendi e bevi come bevono loro; poiché hai conoscenze e forza, non aver paura di cadere, fallo e sappi che la tua virtù non ne sarà lesa.” Cristo gli risponde: “Non tentare il Signore Dio tuo, perché Io non ho bisogno di conoscere questi sudditi.” Un padre che ha dieci figli deve studiarli? Il padre può conoscere il proprio figlio, la madre può conoscere la propria figlia quando camminano sulla stessa strada. Questa tentazione si riferisce ai cristiani contemporanei: fuggire nel deserto e riposarvi significa entrare per poco nella Vita e non stare come un gendarme.

 

        Dunque, voi siete sempre sul pinnacolo del tempio: la seconda tentazione sottintende che noi tentiamo Dio dentro di noi. È il passaggio da uno stato a uno altro, da una chiesa a un’altra, da un insegnamento a un altro. Se scendi giù, utilizzerai le tue forze. Nel principio della seconda tentazione il diavolo considera l’uomo, ma nel senso opposto. A voi non è consentito di fare come fece Davide. Prima di farlo diventare re, il Signore gli diede il potere e che cosa fece Davide? Un giorno egli era in cima al  tempio e dopo aver visto una bella donna, scese giù; ma dopo comparve un profeta che gli disse: “Tu sei diventato la causa della violazione di questo insegnamento e d’ora in poi non ci sarà più ordine.” E così  successe: suo figlio fornicò con sua moglie, con le sue sorelle. Sì, Davide scese dalla cima del tempio per dimostrare che era figlio di Dio, ma poi ha dovette fuggire. Ora molti di voi scenderanno, ma saranno come Davide: se siete una donna, vostro marito si darà alla lussuria; se siete un uomo, vostra moglie si darà alla lussuria; questo sarà il risultato se scendete dalla cima del tempio. Perciò Cristo dice: “Non tentare il Signore Dio tuo, perché Io ho tutto e non ho bisogno di scendere giù.”

 

        Infine arriva la tentazione più forte che si riferisce direttamente a questo spirito malizioso. Il diavolo porta Cristo su una montagna molto alta, gli fa vedere tutti i regni del mondo e la loro gloria e Gli dice:  “Io ti darò tutte queste cose, se prostrandoti mi adorerai.” Allora Cristo risponde: “Vattene satana, vattene nei tuoi regni, Io non posso venire e non ho bisogno di venire nei tuoi regni.”

 

        Quale riferimento ha la terza tentazione alla vita sociale? Dopo che una donna o un uomo siano passati attraverso la prima o la seconda tentazione, verrà un re, dirà che sono puri e innocenti e dirà loro: “ Ti darò tutta la mia ricchezza, se mi amerai.” Allora tutti i parenti decidono: “È un re ricco, ha un patrimonio, chiamate subito il prete!” e loro si prostrano. Quante americane hanno sposato tali re, ma dopo li hanno abbandonati. Il diavolo promette, ma non dà, è un ruffiano. Cristo dice: “Vattene, vai nel tuo regno, dalla tua ricchezza, non ho bisogno delle tue conoscenze, Io ho abbastanza di ciò che il Signore Mi ha dato.” Vi sono dei ragazzi contemporanei che si sottomettono alla terza tentazione; per esempio, il ragazzo si sposa, ma in realtà si vende per la dote, che la ragazza ha in banca. Recentemente ho letto un libro intitolato “Sull’amore”, scritto da un colonnello, in cui si descrive come si può illudere una ragazza ricca. Cristo, invece, dice: “Vattene, devi prostrarti solo davanti al Signore!” Sapete che cosa significa  prostrarsi? Significa ricevere qualcosa in te stesso, tornare indietro, limitarsi, diventare schiavo, perdere la propria libertà! E quando vi prostrerete davanti a un tale spirito, perderete la vostra libertà. Cristo dice: “Vattene!”

 

        Ora scrivono sui giornali che una certa ragazza ha un certo patrimonio e chiedete se questi matrimoni risultano felici; è una depravazione della società contemporanea, una depravazione dappertutto. Tutto il mondo è caduto in questa terza tentazione, non esiste persona che non si sia prostrata. È bello che vi prostriate, ma sapete quale risultato si avrà? Quando una donna si prostra a un tale uomo, diventa ruffiana insieme a lui. Di conseguenza sarà disonorata e poi piangerà i suoi giorni per tutta la sua vita. Oggi madri e padri vendono i loro figli per soldi, a questi giovani depravati vengono dati pure dei soldi! Io dico: è meglio che vostra figlia rimanga non sposata piuttosto che darla e prostrarsi davanti a un tale spirito. Voi dite: “Due mila anni fa il diavolo tentava molto.” Io voglio sapere che cosa fa il diavolo oggi nelle vostre case, nei vostri cuori, nella vostra anima. Sì, voi siete diventati suoi amici, vi vendete, vi mascherate, ma dovete dire una volta per sempre: “Vattene, lascia la mia anima in pace!”

 

        E infine si dice che gli Angeli di Dio sono venuti per servire Cristo. Dopo aver passato queste tre tentazioni, verranno gli Angeli a salvarvi dalla quarta. Quando un ragazzo offre ad una ragazza sia ricchezza, sia gloria, ma lei lo rifiuta, lui la ucciderà. Così anche il diavolo ha deciso di uccidere Cristo. Dite della ragazza: “Ma lui la ucciderà!” – che la uccida, è meglio che muoia piuttosto che darsi alla lussuria. In questo caso la morte è un vantaggio; morire per un’idea Divina è un privilegio. Ovviamente, non voglio che vi scoraggiate.

 

        Dunque, quando qualcuno non vuole strappare questi legami, gli diremo: “Vattene, va' nel tuo regno!” È una legge Divina: da Dio possono rimanere solo coloro che possono vivere una vita pura e santa. Le persone contemporanee dicono: “Se viviamo così, che fine faremo?” Ora, invece, che fine avete fatto, le persone che muoiono in guerra muoiono per l’insegnamento di Cristo? Questa è la filosofia falsa della società contemporanea. Se accettiamo l’insegnamento di Cristo, avremo delle famiglie e una società che staranno mille volte più in alto, creeremo una musica, molto più bella di quella attuale, creeremo un ordine sociale mille volte più bello di quello attuale. Alcuni diranno: “Allora vivremo nelle foreste.” Gli animali vivono nelle foreste perché si sono prostrati davanti al diavolo e se decidete di prostrarvi davanti a lui, anche voi diventerete dei quadrupedi. È la teoria di Darwin: se un bue si pente e non segue l’insegnamento del diavolo, può diventare un uomo. Un tempo nel paradiso l’uomo era un essere bello, ma quando non ascoltò Dio, Lui gli diede una pelle d’orso.

 

        Ora, nelle persone contemporanee c’è una certa colpa. Quando diventiamo cristiani, pensiamo di comprendere il cristianesimo, cominciamo ad andare in chiesa, ad ascoltare grandi prediche, ma diventare cristiani è un'altra faccenda. Vi è qualcosa di più essenziale. Uno dei seguaci di Socrate, dopo averlo sentito spesso dire  che l’uomo deve diventare umile, cominciò ad andare con un paio di pantaloni strappati e Socrate gli disse: “Il tuo orgoglio si mostra attraverso i tuoi pantaloni strappati.” Io mi vergogno molto di più delle persone con i pantaloni strappati, piuttosto che delle persone con cappello a cilindro. Vestitevi bene, ma quando vi vestite, ringraziate il Signore e vivete così come Lui vuole. Guardate quell'uccellino quali vestiti ha, per essi Dio ha pagato duecentomila leva. Se Dio veste così l’uccellino, tanto più vestirà voi.

 

        Il diavolo disse a Cristo: “Se sei Figlio di Dio, dì che i sassi diventino pane! Gettati giù dal tempio!” Anni fa a Sliven[1], per dimostrare alle persone che il Signore esiste, una signora religiosa salì su un tetto dicendo “Nel nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo” e si gettò giù. In realtà, non le successe nulla, ma convinse le persone che il Signore esiste? L’accusarono di essere pazza. Viene il diavolo e vi dice: “Ti darò tutto ciò”, ma dopo anni, come il figliol prodigo, tornate con i pantaloni strappati. Anche ora è il tempo in cui tutti siete con i pantaloni strappati. Abbandonate questo stadio per tornare a quella vita che avevate prima. E direte: “Non siamo più degni di essere chiamati né tuoi figli né tue figlie.” È l’atto che ognuno di voi deve compiere.

 

        Lungo la strada del Cristianesimo vi è un pericolo: la seconda tentazione incontra le persone e loro cominciano a pensare di correggere il mondo, di dare nuove idee. Nel caso della terza tentazione, invece, l’uomo diventa un commerciante, diventa “intelligente”. Il padre dice al figlio: “Figlio, tu devi essere una persona intelligente. Guarda, quello ha rubato si è costruito una casa, che anche tu sia come lui.”, è la terza tentazione davanti alla quale tutti vi prostrate.

 

        Non solo sulla Terra esiste la corte (di giustizia), anche il Signore vi giudicherà. E ogni altro insegnamento  proviene dal diavolo. Le persone contemporanee devono abbandonare l’insegnamento che rovina le loro menti e i loro cuori. Se qualcuno muore, che muoia per il Signore diventando motivo di elevazione del mondo.

 

        Dunque, queste sono tre grandi tentazioni che incontrerete. Alcuni di voi sono nella prima tentazione, altri sono nella seconda e altri ancora sono nella terza. Resistete alle tentazioni per resistere anche alla quarta, dopodiché verrà la resurrezione, allora Dio vi darà forza. E quando sacrificherete la vostra vita per la Gloria di Dio, allora Dio come ricompensa vi farà risorgere.

        Non collegate i vostri cuori con le persone depravate. Io conoscevo un’americana che ha sposato un uomo depravato per correggerlo, ma non vi è riuscita. Non provate, un tale uomo vi picchierà e vi torturerà.

 

        Vi benedica Dio con buoni mariti e buone mogli, vi benedica Dio con buoni figli e buone figlie! Vi guardi il Signore da figli cattivi e figlie cattive! È la parola di Dio che dobbiamo mantenere.

 

 

 

 

Lezione domenicale

Tenuta dal Maestro Beinsa Douno

il 20 giugno 1915

A Sofia

 

 

[1] Sliven è una città in Bulgaria centrale.

 

 

Share this post


Link to post
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!


Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.


Sign In Now
Sign in to follow this  
Followers 0